L'elogio della sconfitta: Un trattato inedito di Teodoro Paleologo marchese di Monferrato

Il manoscritto 11042 della Bibliothèque Royale di Bruxelles contiene due trattati del marchese di Monferrato Teodoro Paleologo (1291 ca.-1338), conservatici solo nella versione francese del traduttore normanno Jehan de Vignay. Il primo è un famoso scritto sull’arte militare e di governo, mentre il secondo, di cui qui si presenta l’editio princeps e una traduzione italiana, è un breve testo contenente riflessioni personali di Teodoro.
A dispetto del titolo, non si tratta di un tentativo di analisi socioeconomica della realtà del tempo. In effetti, l’autore si concentra soprattutto sulla condanna della ricchezza in quanto tale, che lo conduce all’affermazione dell’assoluta impossibilità di conciliare etica e prassi politica: abbandonata per sempre la speranza di ottenere le insegne della monarchia universale, Teodoro trasfigura il proprio personale fallimento in un duro atto di accusa verso l’ingiustizia del mondo. Un piccolo classico “eterodosso” del pensiero politico bizantino.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Marco Di Branco

Il califfo di Dio: Storia del califfato dalle origini all’ISIS

Il califfo di Dio: Storia del califfato dalle origini all’ISIS di

Il 5 luglio 2014 tutto il mondo ha potuto assistere all’apparizione in video del califfo dello “Stato islamico tra Iraq e Siria” (ISIS), Abū Bakr al-Baġdādī, l’astro nascente del ǧihād globale, il nuovo leader dei combattenti sunniti radicali. Nel video, al-Baġdādī incita i fedeli di tutto il mondo islamico a dichiarare il ǧihād sulla via di Dio, al fine di restituire dignità, diritti e autorit...

Alessandro Magno: Eroe arabo nel Medioevo

Alessandro Magno: Eroe arabo nel Medioevo di

Il personaggio di Alessandro Magno è una delle grandi figure storiche che abbandonano presto il palcoscenico della storia per raggiungere la sfera del mito. E tuttavia, questa mitizzazione del conquistatore macedone sembra essere un elemento non esclusivo dell’Ellenismo, che pure individua in lui il proprio ineguagliabile campione: dall’Egitto all’Himalaya, dalla Britannia all’Uzbekistan, la le...