La Sindrome del Porcospino

Una Sicilia distopica, governata da un'ambigua monarchia, una guerra contro un nemico invisibile, panorami idilliaci trasformati in discariche di umanità...Uno strano mondo, dove tutto - o quasi - sembra governato dalla follia e dall'insensatezza. Il protagonista, un ragazzo in procinto di diventare uomo, un soldato di uno scalcinato esercito, parte alla volta di Lipari, in missione, con i suoi compagni d'armi, comandati da Leo Sant'Andrea, un professore di matematica diventato ufficiale.

L'arcipelago eoliano, però, non è il paradiso turistico che conosciamo bene ma è diventato un immenso campo profughi dove affluiscono sfollati da tutta la Sicilia.

Alberghi e spiagge vengono utilizzate come centri di accoglienza, fuori dalle piccole cittadine sorgono misere baraccopoli e le strade di notte sono insicure per chi non porta con sè un'arma.

A capo di tutto vi sono i due inetti comandanti, il Capitano Molino e il Capitano Smedile, due ufficiali assolutamente incapaci e sciatti. Per la loro inerzia la situazione dell'arcipelago è caotica. I loro sottoposti comandano il territorio senza un'apparente logica.

In questa folle e burocratica macchina militare che governa le isole si inserisce ben presto la squadra del tenente Sant'Andrea, il gruppo di fuoco Messina 3.

Le vicende della squadra, le inutili missioni di ricognizione, gli stupidi incarichi e i sonnolenti turni di guardia si intrecciano con le vicende belliche che sfiorano l'arcipelago eoliano, ma soprattutto si intrecciano con le storie personali dei ragazzi, in particolare del protagonista.

Un ragazzo egocentrico, ferito, sfiduciato, sempre pronto a compiangersi, sempre in lotta con i suoi demoni personali, sempre in cerca di una via d'uscita ma al tempo stesso bravissimo ad avvilupparsi comodamente nei suoi problemi.

A salvarlo, forse, sarà la sua eterna rivale, Alessia, la ragazza con la quale si scontra giornalmente e che, a sorpresa, gli porge un'ancora di salvezza.

Ma non sarà una cosa semplice...

E' questa la Sindrome del Porcospino, la paura di ferire e di essere feriti, in un mondo governato dall'egoismo, dall'incertezza e dalla folia, dove l'amore, la passione, l'amicizia non sempre bastano a trovare la felicità..

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo