Riflessi 141

Compra su Amazon

Riflessi 141
Autore
EMILIO ARNOLFI
Editore
Pagine
Pubblicazione
23 giugno 2015
Categorie
Viene spontaneo collegare, oggigiorno, la parola riflesso e il suo plurale,

riflessi, a una mera condizione di specularità, una vera e propria

conformità alla nostra immagine esteriore. Vi è tuttavia un significato

più profondo e che indica nel riflesso la capacità di un essere

vivente di avere una risposta automatica, istintiva, ad un impulso

che proviene dall’esterno.

Traslata questa definizione fisiologica sul piano poetico-letterario, si

può quindi affermare che Riflessi non si limita a esporre graficamente

una traduzione di vissuti, bensì a mostrare come ogni autore sia un

coacervo emozionale ed esperienziale che, nel riflettere nella e della

scrittura, espone la propria relazione tra sé e il mondo. Solo così il

riflesso può trasformarsi in una mediazione, ovvero nell’atto della

Riflessione, da intendere, seguendo le parole di Freud, come «l’appropriazione

del nostro sforzo per esistere e del nostro desiderio d’essere»

non solo nello hic et nunc, ma nel tempo infinito e discreto del

comporre poetico.



Autori:

EMILIO ARNOLFI

PIER ANTONIO BALDININI

ALESSANDRO CATELLI

GIULIO DEBELLI

GIUSEPPE DELEO

MATILDE DURANTE

FANNY GHIRELLI

MARINA LONGO

SERENELLA MELITO

GIANLUCA MOREA

MARIA STERPETA PARENTE

ERALDA PITTO

LINA ROSSI

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di EMILIO ARNOLFI

Prospettive 52

Prospettive 52 di

Antica è l’immagine del corpo, della carne, come ciò che, metaforicamente, ingabbia la nostra anima, simbolo di apertura ed infinita potenzialità, in una prospettiva tattile egotista (la più semplice e immediata) rivolta verso la nostra individualità e null’altro. La relazione, nel senso più universale e naturale possibile, è la più grande risorsa in nostro possesso verso la liberazione dell’an...