Le cento novelle contro la morte: Giovanni Boccaccio e la rifondazione cavalleresca del mondo

Nelle dense pagine del Decameron si intrecciano vari e importanti livelli di lettura: la definizione del quadro storico di riferimento, dominato, a livello europeo, da una grande crisi demografica, sociale, culturale e religiosa, determinata in buona parte dal terribile flagello della Peste nera; la fuga da Firenze dei tre giovani e delle sette donne componenti la “brigata” narrante assume allora per Cardini una valenza particolare: non semplice ricerca di una dilettosa salvezza lontano dal contagio, ma vero e proprio ciclo di psicoterapia di gruppo nel corso del quale ognuno dei narratori procede alla ricerca di se stesso. Lungi poi dal celebrare l’apologia della società borghese e mercantile, il Decameron intende veicolare, secondo l’Autore, la condanna di quella società votata al denaro e al commercio, punita da Dio con la piaga della peste, e il suo superamento in nome del recupero dei valori cortesi e cavallereschi, basati sull’amore disinteressato, sull’amicizia e la solidarietà, sul disprezzo delle ricchezze materiali. Il Decameron, dunque, come “rifondazione cavalleresca del mondo”: una lettura suggestiva e affascinante, che riconosce in Boccaccio l’ultimo uomo del Medioevo, piuttosto che il primo dell’età moderna.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Franco Cardini

L'appetito dell'imperatore: Storie e sapori segreti della Storia

L'appetito dell'imperatore: Storie e sapori segreti della Storia di

Dall'ultimo pasto di san Francesco – santo ma segretamente goloso! – alla sontuosa tavola di Honoré de Balzac, dai cibi raffinatissimi del banchetto del Gran Khan alle uova con cipolle e scalogno care a Napoleone, passando per tre deliziosi intermezzi sul caffè, le castagne e i tartufi, Franco Cardini mette in campo la sua duplice esperienza di storico e di gourmet: e ci regala un libro appassi...

L'avventura di un povero crociato: Romanzo

L'avventura di un povero crociato: Romanzo di

Partendo da un manoscritto autentico, Franco Cardini, il più illustre medievista italiano, ricostruisce in forma romanzata ma attendibile l'avventurosa storia di un crociato che si reca in Terrasanta. Tre anni di viaggi e di battaglie, di infamie e d'amore, in una narrazione dallo straordinario fascino.

Storie di Re Artù e dei suoi cavalieri (Universale d'Avventure e d'Osservazioni)

Storie di Re Artù e dei suoi cavalieri (Universale d'Avventure e d'Osservazioni) di

Le imprese di Excalibur, l'amore impossibile tra Lancillotto e Ginevra, i prodigi di Merlino e le avventure che hanno reso immortale il ciclo arturiano qui riuniti per la prima volta in un racconto travolgente, curato da uno storico di grande esperienza con rispetto per le fonti letterarie originali. Franco Cardini ci accompagna nel mondo lontano e perduto della cavalleria, dove i dettagli stor...

Napoleone III

Napoleone III di

Luigi Carlo Napoleone Bonaparte non gode buona fama presso i posteri. Tutto cominciò con l’epiteto di «Napoleone il Piccolo», donatogli per i secoli futuri dal suo irriducibile nemico Victor Hugo. Il grande scrittore vedeva solo una farsa in quella seconda volta della storia che aveva portato il nipote a ripetere il Grande Zio nell’avventura di un Impero dei Francesi. La sua vita invece fu roma...

Lawrence d'Arabia (Alle 8 della sera)

Lawrence d'Arabia (Alle 8 della sera) di

Dalla radio al libro. Lo storico dell'Oriente Cardini racconta il suo percorso di indagine nella figura storico-psicologica dell'agente di Sua Maestà suscitatore dell'orgoglio arabo: eroe o traditore? O tutt'e due?

Francesco Giuseppe (Alle 8 della sera)

Francesco Giuseppe (Alle 8 della sera) di

Salito al trono nel 1848 dopo la repressione dei moti liberali, fu l’espressione dell’autoritarismo monarchico che si opponeva all’affermazione delle nazionalità. Attraverso la vita dell'ultimo grande imperatore degli Absburgo, il tramonto di un'epoca e la fine di una dinastia.