Jezabel (Emozioni senza tempo)

Compra su Amazon

Jezabel (Emozioni senza tempo)
Autore
Irène Némirovsky
Editore
Fermento
Pubblicazione
17 giugno 2015
Categorie
Gladys Eysenach è accusata dell'omicidio del suo amante. Il pubblico che assiste al processo è curioso di conoscere ogni dettaglio di una delle vicende più sordide che il bel mondo parigino abbia visto da anni. Gladys confessa e chiede per sé una pena esemplare evocando il personaggio biblico di Jezabel. Una tragica ma affascinante vicenda che catapulterà il lettore nel mondo sfavillante degli anni '30 tra seduzione, rancore, avventure e sconfitte. Una lettura imperdibile di una delle più grandi firme della letteratura del '900. All'interno - come in tutti i volumi Fermento - gli "Indicatori" per consentire al lettore un agevole viaggio dentro il libro.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Irène Némirovsky

I cani e i lupi (Biblioteca Adelphi)

I cani e i lupi (Biblioteca Adelphi) di

Le basta vederlo una sola volta, quel bambino ricco, ben vestito, dai riccioli bruni, dai grandi occhi splendenti, che abita nella meravigliosa villa sulla collina e di cui dicono sia un suo lontano cugino, per essere certa che lo amerà per sempre, di un amore assoluto e immedicabile. A Kiev, la famiglia di Ada abita nella città bassa, quella degli ebrei poveri, e suo padre fa parte della congr...

Due (Biblioteca Adelphi)

Due (Biblioteca Adelphi) di

«Chi meglio della signora Némirovsky, e con un’arma più affilata, ha saputo scrutare l’anima passionale della gioventù del 1920, quel suo frenetico impulso a vivere, quel desiderio ardente e sensuale di bruciarsi nel piacere?» scrisse, all’uscita di questo libro, il critico Pierre Loewel. Le giovani coppie che vediamo amoreggiare in una notte primaverile (la Grande Guerra è finita da pochi mesi...

Il vino della solitudine (Biblioteca Adelphi)

Il vino della solitudine (Biblioteca Adelphi) di

"Il vino della solitudine" è il più autobiografico e il più personale dei grandi romanzi di Irène Némirovsky: la quale, pochi giorni prima di essere arrestata, stilando l'elenco delle sue opere sul retro del quaderno di "Suite francese", accanto a questo titolo scriveva: «Di Irène Némirovsky per Irène Némirovsky». Non sarà difficile, in effetti, riconoscere nella piccola Hélène, che siede a tav...

Il signore delle anime (Biblioteca Adelphi)

Il signore delle anime (Biblioteca Adelphi) di

«Appartengo a una razza levantina, oscura, c'è in me un miscuglio di sangue greco e italiano: sono uno di quelli che voi francesi chiamate metechi, immigrati» dice, a una donna in cui vede l'immagine stessa della purezza, Dario Asfar, giovane me- dico che negli anni successivi alla prima guerra mondiale conduce un'esistenza miserabile nel Sud della Francia. E con sorprendente chiaroveggenza con...

Il calore del sangue (Piccola biblioteca Adelphi)

Il calore del sangue (Piccola biblioteca Adelphi) di

In questo breve ma densissimo romanzo Irène Némirovsky punta il suo sguardo acuminato non già sull’ambiente dell’alta borghesia ebraica in cui è cresciuta, né su quello dei ghetti dell’Europa orientale, bensì sull’angusto, gretto mondo della provincia francese. Il quadro è, in apparenza, di quieta, finanche un po’ scialba agiatezza campagnola: la figlia di due ricchi proprietari terrieri sta pe...

Il malinteso (Piccola biblioteca Adelphi)

Il malinteso (Piccola biblioteca Adelphi) di

«L'amore, mia cara, è un sentimento di lusso!»: questo cerca di spiegare una madre che molto sa alla figlia innamorata e infelice; e le fa acutamente notare che «gli innamorati immaginano sempre di aver fatto un cattivo affare, a vantaggio esclusivo dell'altro». Ma lei, Denise, non è disposta ad ascoltarla. Quando suo marito glielo ha presentato sulla spiaggia di Hendaye, Yves le è apparso come...