Una giustizia da Burattini.

il romanzo racconta di un uomo al quale un pirata della strada in preda ai fumi dell'alcool e in ebbrezza da stupefacenti, mentre si divertiva alla guida di un'auto a scorrazzare impunemente per le vie cittadine vicino al centro, viaggiando come un folle a forte velocità, proprio sopra le strisce pedonali mentre attraversa la strada, travolge e scaraventa in aria per diversi metri il figlio diciottenne uccidendolo. L'uomo alla guida rimasto ferito a sua volta, sotto sorveglianza è ricoverato in ospedale, luogo dal quale per sottrarsi alla giustizia, con l'aiuto esterno di suoi parenti evade per tornarsene impunito al proprio paese di appartenenza in barba alla legge. il padre del ragazzo defunto, non digerisce questa cosa e lo va a riprendere fino a casa sua per riportarlo indietro ma lo scopo non è quello di metterlo di fronte alle proprie responsabilità davanti alla legge, bensì di pareggiare i conti. la sua prima intenzione è di giustiziarlo, ma degli imprevisti gli impediscono di portare a termine il proprio intento e così lo consegna di nuovo alle forze dell'ordine. Il fuggitivo avvalendosi dell'aiuto e strategiche manovre di un avvocato con pochi scrupoli,con l'accusa di sequestro di persona e tentato omicidio, riesce a far finire anche lui in carcere, dove prova a mettere in atto la propria vendetta nei sui riguardi riuscendoci solo in parte.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo