Ti avevo accanto e non lo sapevo

Questa storia viene raccontata dalla gente di un paesino friulano, nelle lunghe sere invernali, davanti a un focolare acceso. Narra la vita di una bella ragazza, Elvira, costretta a trasferirsi in una grande città per vivere liberamente la propria vita lontano da pregiudizi religiosi e pettegolezzi. Si aggiunge l’amicizia di due ragazzi orfani di padre, il friulano Stefano e il milanese Marco, nati negli anni in cui infuria la seconda guerra mondiale. I ragazzi s’incontrano per caso nel paese d’origine di Elvira, in cui suo figlio Marco si è recato per trascorrere una vacanza, ma anche e soprattutto per scoprire chi è suo padre. Ben presto però la sorte li divide e le tracce della loro affermazione sociale si perdono in due mondi contrapposti.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Non ci sono ancora recensioni o articoli

Altri libri di Roberto Tedesco

Libero di appassionarmi

Libero di appassionarmi di

Chi nella vita, avendone l’opportunità, non sceglierebbe di fare ciò per cui si sente portato? Probabilmente molti, ma non sempre le circostanze ci permettono di soddisfare le nostre aspirazioni. Attraverso un susseguirsi di avvenimenti, a volte dolorosi e a volte appassionanti, l’autore racconta il periodo della sua vita in cui, dopo aver dedicato più di trent’anni alla carriera impiegatizia –...

Senza arrendermi

Senza arrendermi di

Roberto Tedesco nasce il 3 agosto 1943 a Castions di Zoppola, un piccolo paese del Friuli occidentale, da una famiglia di contadini. Frequenta la scuola Professionale a Pordenone. Si trasferisce a Milano nel ’61 e lavora come operaio, poi come disegnatore tecnico. Nel ’70 si diploma geometra a Monza. Si specializza nel ruolo commerciale e svolge importanti incarichi in note aziende. È nominato...