Un Giorno Verde: Un breve e intenso racconto dell'autore de "La Bellezza e la Bestia"

Compra su Amazon

Un Giorno Verde: Un breve e intenso racconto dell'autore de "La Bellezza e la Bestia"
Autore
Piero Olmeda
Pubblicazione
30 maggio 2015
Categorie
Da Piero Olmeda un racconto di poco più di cinque cartelle che dipinge in poche intense immagini la storia della fine di un amore.


Il racconto introduce alcune delle tematiche che saranno sviluppate nel romanzo La Bellezza e la Bestia tra cui l'irrimediabile passaggio del tempo “...Non c'era una Macchina del Tempo dietro l'angolo con la quale ritornare trafelati verso la collana di errori del passato per tagliare ridenti il filo che li teneva in uno scroscio di perle tintinnanti sul pavimento della vita. Come sarebbe stato bello e tenero incontrare se stessi ai crocevia e insultando il caso e il libero arbitrio indirizzare la propria vita verso la catena di eventi che avrebbe ineluttabilmente condotto verso la felicità!...” e il fardello pesante della verità “...Ora che le restituivo lo sguardo non c'era più gioco, il silenzio aveva inondato le nostre vite, e qualcosa di osceno, la verità, era rivoltato fuori allo sguardo di tutti...”, una verità che dilaga attraverso la luce verde del racconto “...Mi ero svegliato stanco come mi ero addormentato, una luce tagliente che entrava dalla finestra creando dal nulla nuvole dorate di polvere. Non era la luce di tutti gli altri giorni, non era bianca o rosa, allegra o triste, rinfrescante, bagnata o calda, ma era più potente di tutte le luci di tutte le albe che avevo vissuto, riusciva a entrare fin negli angoli più nascosti, riusciva a curvare e percorrere i disegni dei più oscuri labirinti fino a svelare quegli interstizi dove mai luce era arrivata, dove forse mai lo sguardo si era posato.
Guardandola non potevo fare a meno di pensare a quella luce verde che aveva inondato tutti gli oggetti, che era scesa dolorosamente attraverso l'iride nera e che ora scorreva ineliminabile nelle vene. Di fronte al suo specchio di carne mi capitò di dire le cose verdi che non avrei mai pensato di poter dire e che forse non dovrebbero mai essere pronunciate...”
Un racconto denso, forte, diretto, che introduce nella maniera migliore i romanzi dell'autore che saranno pubblicati nei prossimi mesi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Piero Olmeda

La Bellezza e la Bestia

La Bellezza e la Bestia di

BUSSA NEL CUORE DELLA NOTTE È IN FIN DI VITA RIUSCIRÀ IL PADRE A CONVINCERLO CHE LA VITA VALE LA PENA DI ESSERE VISSUTA? “Come uno scrittore che era rimasto giorni e giorni immobile di fronte alla pagina bianca e non sapeva più cosa scrivere, come scriverlo, in quale modo riempire di parole quella pagina dal bianco doloroso colore, parole che non fossero semplicemente l'aridità della semplice ...

Fata Morgana

Fata Morgana di

La notte dell'ultimo giorno dell'anno, il protagonista di questo racconto lungo decide di attraversare lo Stretto, su una semplice barca a remi, con l'intento di dimenticare una donna e riscoprire se stesso. Da questa idea, ripresa da un progetto poi non realizzato di uno spettacolo teatrale dello stesso autore, Piero Olmeda riprende alcuni dei temi che hanno fatto del romanzo breve “La Bellezz...