Roma antica e il testo: Scritture d'autore e composizione letteraria

Dalle prime notizie sulla forma libraria del poema epico di Ennio alle vicende delle elegie di Ovidio durante l'esilio. Dalle preoccupazioni editoriali di Cicerone alle polemiche contro la diffusione non autorizzata degli scritti di Quintiliano, fino alle invettive contro il plagio di Marziale. Oronzo Pecere affronta, dalle origini all'età imperiale, il grande tema dell'atteggiamento degli intellettuali latini verso la composizione del testo, il ruolo e il significato che assumeva l'atto di scrittura dell'autore e il rapporto che si stabiliva tra la sua attività letteraria e il tirocinio scolastico. Il lettore verrà così accompagnato al cuore stesso della letteratura latina lungo strade nuove, attraverso l'esame di testimonianze iconografiche, reperti librari di conservazione archeologica e soprattutto fonti letterarie antiche, celebri o meno note, nel tentativo di ricostruire una pagina decisiva della storia della cultura occidentale.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo