Un segreto che non guardo ma che sta al centro del cortile

Compra su Amazon

Un segreto che non guardo ma che sta al centro del cortile
Autore
Chiara Dotta
Editore
Liber Aria
Pubblicazione
14 maggio 2015
Categorie
Daria è una donna che ama la sua libertà, anche se non la conosce abbastanza. Vive rinchiusa in uno scrigno d'amore che contiene la geografia, metaforica, di un cortile in cui è implosa la sua infanzia. Osserva il mondo e il più delle volte le sembra di non appartenervi, non veramente: “Se ognuno ha il suo modo di vedere le cose, allora è spesso difficile spiegarsi, ed è per questo che le cose si rovinano al mondo. Quando uno ti dice: ‘no, la luna non è blu’ è un dato di fatto, e allora l’altro non può dire: ‘invece è blu’ perché non è oggettivamente vero. Ma intanto dentro di sé per questa persona la luna è blu. E c’è sempre qualcosa di vero”.Daria si fa del male da sola. Si autopunisce per un senso di colpa che viene da lontano: dalla violenza infantile, dall'educazione sentimentale, dalla tormentata femminilità: “Ha disteso le gambe e si è avvicinata a me. Sentivo il suo naso sottile vicino, l’alito caldo, i suoi occhi neri, i colpi sempre più veloci del mio cuore. Ero rigida, avevo caldo alla faccia. Ho aperto un po’ le labbra e la sua lingua ha toccato la mia, prima piano, poi è entrata dentro. Un sapore troppo dolce. Tutti i miei muscoli erano molli, quando lei si è staccata. ‘Vedi, è bello. Coi ragazzi è uguale’”.La scrittura di Chiara Dotta non sfugge al dolore ma da esso ci salva, e ci salva con l’ironia e la leggerezza che solo i grandi autori sono capaci di raggiungere.La sua storia è quella di chi spazza via il passato e con esso i propri desideri. Ma poi scopre che non è così. Che non è possibile fingere di non vedere. Che anche la più grande paura può diventare una risorsa per raggiungere la consapevolezza di sé.L'esordio letterario di Chiara Dotta è un romanzo di formazione dove il passaggio obbligato dall’infanzia fino alla maturità (passando per l’adolescenza) è il racconto di una tenera inquietudine, avvinto a un segreto che (forse) nessuno guarda ma sta al centro della vita. La nostra.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo