Che diavolo di spia, quel SAS (Segretissimo)

A Rio de Janeiro si muore facile. Prima un occidentale dai capelli biondi finisce ucciso in mezzo alla strada e sepolto in una fossa lungo la costa, poi un meticcio rende l'anima fra le atroci sofferenze di un diabolico supplizio rituale. Pedine sacrificate in una partita più grande. C'è da convincere con le buone o con le cattive un vecchio magnate brasiliano a cedere agli Stati Uniti un enorme giacimento di manganese, indispensabile per l'industria bellica, prima che siano altri a metterci le mani sopra. E gli "altri" sono davvero in molti, disposti a tutto pur di accaparrarsi una risorsa mineraria dall'incalcolabile valore strategico. Una missione perfetta per il Principe delle Spie, tra le bellezze della metropoli carioca. Gli agenti della locale stazione CIA hanno già organizzato l'operazione: sarà lui a occuparsene, presentandosi come incaricato ufficiale della trattativa. Se non fosse che, nell'infinito gioco di specchi della guerra d'intelligence, nulla è come appare. Tanto per cominciare, il nome sul passaporto del biondo ammazzato con due proiettili nella schiena è quello di Malko Linge. L'autore incoronato dal "New York Times" come il più grande scrittore di spy story del mondo, con oltre 100 milioni di copie vendute!

ALL'INTERNO, il racconto "Uccidete il testimone!" di Alessio Gallerani.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Gerard De Villiers

La vendetta del Cremlino (Segretissimo)

La vendetta del Cremlino (Segretissimo) di

Boris Berezovskij, oligarca in esilio in Gran Bretagna, è morto suicida. Almeno, questo vorrebbe dare a intendere chi ne ha organizzato la dipartita. Ma per molti si è trattato di una messinscena. A quanto pare, al di là dell'ex Cortina di Ferro gli eredi del KGB non hanno dimenticato i vecchi metodi... E poi, perché tanta fretta di chiudere l'inchiesta ufficiale? La CIA spedisce Malko Linge a ...

Sua Altezza Serenissima (Segretissimo)

Sua Altezza Serenissima (Segretissimo) di

Una peste rossa minaccia l'America. La propaganda a favore dell'ideologia più odiata e temuta sta crescendo inspiegabilmente nel cuore degli Stati Uniti, i suoi seguaci si moltiplicano. La gente sembra impazzita e i disordini si fanno via via più allarmanti. Qualcuno sta attuando un lavaggio del cervello di massa? E chi può avere interesse a scatenare questa epidemia? Un'organizzazione sovversi...

Dopo di me l'Apocalisse (Segretissimo)

Dopo di me l'Apocalisse (Segretissimo) di

Il volo 765 della North-Western è stato dirottato su Cuba. A bordo del DC-9, decollato da Washington e diretto a Kingston in Giamaica, il maggiore Lance aveva in custodia un campione di CX3, prodotto di sintesi ricavato dalla tossina botulinica. Davvero un colpo di genio, usare un aereo civile per un trasporto del genere... Ora l'arma batteriologica è nelle mani di pirati castristi, ma a Langle...

SAS a Istanbul (Segretissimo)

SAS a Istanbul (Segretissimo) di

Venti di Guerra Fredda nelle acque del Bosforo. Il sommergibile atomico Memphis è scomparso mentre era in manovra al largo della costa turca. Un altro sommergibile che incrociava nell'area, non identificato, è stato affondato dalla flotta americana. C'è lo zampino dei russi? Per scoprirlo, alla CIA serve un uomo in gamba da spedire sul posto. Il candidato ideale sembra essere un austriaco di or...

Appuntamento a Boris Gleb (Segretissimo SAS)

Appuntamento a Boris Gleb (Segretissimo SAS) di

Per strappare Malko Linge agli agi del suo castello la CIA deve avere una buona ragione. E questa buona ragione si chiama Valeri Leonid Oganian, un agente del KGB in fuga da Israele per tornare in Russia. Ai piani alti di Langley vorrebbero indurlo a saltare il fosso, ma la partita, come sempre nel Grande Gioco dello spionaggio internazionale, è più complicata di quanto non appaia. Gli israelia...

Morire per Zanzibar (Segretissimo SAS)

Morire per Zanzibar (Segretissimo SAS) di

A Zanzibar regna il terrore. Il feroce presidente Mkele, padrone assoluto dell'isola, subisce pericolosamente l'influenza del regime di Pechino. E la prospettiva di ritrovarsi una specie di Cuba cinese al largo della Tanzania agita i sonni dei funzionari della CIA. Il piano A: in vista delle elezioni politiche, se mai si terranno, sostenere con ogni mezzo il partito filoarabo avverso al preside...