I capolavori della letteratura dell'Ottocento (eNewton Classici)

Compra su Amazon

I capolavori della letteratura dell'Ottocento (eNewton Classici)
Autore
AA.VV.
Editore
Newton Compton Editori
Pubblicazione
12/05/2015
Categorie

Goethe, Le affinità elettive • Austen, Orgoglio e pregiudizio • Manzoni, I promessi sposi • Melville, Moby Dick • Flaubert, Madame Bovary • Dostoevskij, Delitto e castigo • Wilde, Il ritratto di Dorian Gray

Edizioni integrali

Geniale rappresentazione della disgregazione della società aristocratica settecentesca e del tramonto di un mondo, Le affinità elettive di Goethe cela in sé, sotto apparenze semplicissime, una malinconica riflessione sulla potenza dell’eros e sull’irreversibile scorrere del tempo, ma anche sul contrasto tra natura e istituzioni dell’uomo. Orgoglio e pregiudizio è certamente l’opera più popolare e più famosa di Jane Austen: la storia delle cinque sorelle Bennet e dei loro corteggiatori, è un vero e proprio long-seller, ineccepibile per l’equilibrio della struttura narrativa e lo stile terso e smagliante. Vertice della letteratura italiana, la storia di Renzo e Lucia, don Abbondio e padre Cristoforo, don Rodrigo e l’Innominato ha appassionato generazioni di lettori, tanto che I promessi sposi di Manzoni occupa ancora oggi un posto del tutto speciale nelle biblioteche d’Italia. Moby Dick è l’opera più celebre dell’Ottocento americano: grande romanzo del mare, narra la drammatica sfida del Capitano Achab alla Balena Bianca, colosso marino ma anche creatura metafisica, figurazione dell’inconoscibile. La storia della caccia alla Balena Bianca diviene un’allegoria del destino dell’uomo. La pubblicazione di Madame Bovary fu il primo e più clamoroso caso di pubblica censura ai danni di un’opera moderna: la Emma di Flaubert divenne immediatamente il simbolo del disagio e dell’insofferenza borghese, vittima della sua stessa smaniosa irrequietezza. Uno dei più grandi capolavori della narrativa russa (e quindi di ogni tempo e Paese), Delitto e castigo è di sicuro il più celebre dei romanzi di Dostoevskij: il giovane Raskòlnikov uccide una vecchia usuraia, ma è tormentato dalla coscienza della colpa e del proprio fallimento. Il ritratto di Dorian Gray è considerato il romanzo simbolo del decadentismo e dell’estetismo. In esso Wilde dà vita a un mito destinato all’immortalità: il sogno di possedere un ritratto che invecchi al suo posto, assumendo i segni del tempo, diviene per Dorian Gray una paradossale, terribile realtà.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di AA.VV.

Déjà vu: altre storie, altro presente (Perkins Vol. 7)

Déjà vu: altre storie, altro presente (Perkins Vol. 7) di

In Déjà vu ci sono 16 storie, ispirate ad altrettanti classici: romanzi, racconti, persino poemi, disseminati in un periodo di tempo che va dall’antichità all’inizio del secolo scorso. Il lettore tra queste pagine ritroverà il viaggio di Astolfo sulla luna, l’uomo pirandelliano in cerca di una nuova identità, l’amante crudele di Zola, l’enigmatico e leggendario Kurtz di Conrad e molto altro, ma...

Stranger Things. Il Sottosopra

Stranger Things. Il Sottosopra di

Scopri l'altro lato della storia.Il Sottosopra è un luogo esistito finora solo nei peggiori incubi o nelle più terribili allucinazioni. Will Byers non sa come chiamare il posto inquietante in cui si è improvvisamente trovato. Le uniche certezze sono che è solo e che niente intorno a lui lo fa sentire al sicuro. Uno strano mostro, dal verso stridente, è in agguato dietro ogni angolo, mentre voci...

Sporchi e subito: Antologia

Sporchi e subito: Antologia di

Josephine Yole Signorelli, in arte Fumettibrutti, con Romanzo Esplicito e P. La mia adolescenza trans è diventata la portabandiera del nuovo fumetto indipendente italiano. Apprezzatissima anche nell’ambiente letterario, è stata paragonata a Pier Vittori Tondelli, per la sua capacità di raccontare le inquietudini e i sogni della sua generazione. E ora, con questa antologia, ha scelto un gruppo d...

La Civiltà Cattolica n. 4056

La Civiltà Cattolica n. 4056 di

In questo numero: - «Aiutare a smuovere le acque». Papa Francesco in conversazione con i gesuiti in Romania.- L’Occidente e la Russia. Radici culturali di un confronto.- Cybersex. Una dipendenza insidiosa.- Cosa pensano i giovani del loro futuro.- Scenari politici dopo il voto europeo.- Gli attentati nello Sri Lanka e la nuova strategia dell’Isis. - Un popolo che «tesse» insieme il suo futuro. ...

La Civiltà Cattolica n. 4061

La Civiltà Cattolica n. 4061 di

Nel numero 4061 di Civiltà Cattolica:- Laicità dello Stato e religioni monoteiste. - Fratelli, figli dell’unico Padre. Il tema della fratellanza nel Vangelo di Luca.- Gesù e i farisei. Al di là degli stereotipi.- Il cybersex. Per un percorso educativo con i più giovani contro la dipendenza dal porno.- Kazakistan, il cammino dopo l’indipendenza. - Verso la piena comunione visibile. I frutti del ...

Pensieri sull'ottimismo

Pensieri sull'ottimismo di

Citazioni, frasi e pensieri brillanti per riflettere, ritrovare il sorriso e vedere il bicchiere mezzo pieno. Lettura quotidiana consigliata.