Tutta questa storia non ha niente a che vedere con me

"10 marzo. Café Le Rostand, Parigi. 19.45-20.30.

Una birra / due bicchieri di vino bianco.

Dati raccolti: è convinto che si possa giudicare con esattezza una persona sulla base dei suoi cinque film e libri preferiti. Si rifiuta di rispondere alla domanda 'quali sono i tuoi cinque libri e film preferiti?'.

Abbiamo diviso il conto. Contatti fisici: nessuno."

Così inizia il diario di questa Bridget Jones molto francese che tratta i principi essenziali, i fatti rilevanti, i luoghi decisivi e gli oggetti ben archiviati di un corteggiamento pieno di ostacoli, malintesi, flirt, esitazioni… e tutto quello che serve a una storia d'amore romantica.

Per metà diario ironico e disastroso, per metà spassionato resoconto di un'ossessione, Tutta questa storia non ha niente a che vedere con me si legge come un romanzo e si consulta come una grammatica di quella calamità ordinaria e misteriosa che è l'innamoramento.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Monica Sabolo

Le stelle si guardano da lontano

Le stelle si guardano da lontano di

Crans-Montana è l'amore. Anzi no, è l'innamoramento. È il regno di una gioventù occupata solo dai propri desideri e dal fascino che naturalmente irradia la giovinezza. Era l'inverno del 1965? L'estate del 1966? Non ha nessuna importanza.Un gruppo di ragazzi ebrei di buona famiglia si ritrova due volte all'anno per le vacanze nella località svizzera che dovrebbe simboleggiare aria limpida e tran...