Roma Rossa

Dall’alto dei monumenti, nelle viscere della metropolitana e lungo le strade scorrere la vita di un pezzo di Roma. Mario è un avvocato tiepido nel lavoro quanto attaccato alla moglie Mariela e al figlio Samuele; Cècil è una donna piacente che convive con l’inquieto figlio Alberto; Adina è una giovane donna insicura dei suoi sentimenti e Gaia è una mite artista incompiuta. In questo clima di stabile precarietà, qualcuno di loro diventerà un brigatista e qualcuno di loro sarà una vittima. In questo formicaio di individui, che si illudono di poter essere in qualche modo, anche attraverso il crimine, fattori della propria sorte i primi passi del nuovo brigatista innescheranno un meccanismo che in modo spietato trascinerà tutti verso l’inesorabile epilogo.
Da tempo il Governo si impegna nella lotta all’eversione e gli agenti ricostruiranno la trama brigatista, grazie alle investigazioni ma soprattutto all’utilizzo di una fredda tecnologia che cataloga oggetti, luoghi e personaggi in modo asettico e minuzioso, particolare dietro particolare.
La sensualità di Gaia, la passione per il poker e lo strappo della straordinarietà degli eventi precipiteranno un inconsapevole Bartolomeo Gondrano nella spirale della manovra brigatista.
Bartolomeo, ingegnere che sbaglia ogni tipo di previsione, cercherà di sopravvivere a questa bufera fruttando tutte le sue conoscenze e tutta la sua esperienza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo