Il poema dell'acquaio

Compra su Amazon

Il poema dell'acquaio
Autore
Mircea C?rt?rescu
Editore
Nottetempo
Pubblicazione
5 maggio 2015
Categorie
Il poema dell’acquaio è un’antologia che raccoglie poesie espressamente scelta dall’autore, a disegnare un movimentato “autoritratto”. Narrativa, ironica, fantastica, la poesia di Mircea C?rt?rescu, sostenuta sul piano dello stile dalla mescolanza di registri e tecniche, dall’intertestualità e dall’inclusione di gerghi, linguaggi dei giornali o della televisione, trasfigura ogni più infimo e concreto dettaglio del reale in un elemento di un altro universo, dell’invisibile, del fantastico, del sogno, che diventa, grazie alla scrittura, più reale della miseria quotidiana. E ci fa scoprire tutta l’allucinante poesia contenuta nelle cose più trascurabili e comuni: il lavandino s’innamora delle stelle stampate sulla tenda di plastica della cucina e lo confida ai barattoli di mostarda nella dispensa; la motocicletta parcheggiata accanto alla vetrina del negozio dove riparano televisori s’interroga sull’esistenza sotto la volta stellata; l’amore compare in tuta da sci, le biblioteche nazionali diventano chewing-gum.Mircea C?rt?rescu è nato a Bucarest, nel 1956. È considerato uno di più interessanti e raffinati scrittori dell’Est Europa, e il più importante autore romeno contemporaneo. I suoi libri sono tradotti nelle maggiori lingue europee e in Italia Voland ha pubblicato i romanzi Travesti (2000), Abbacinante. L’ala sinistra (2007), Perché amiamo le donne (2009) e Nostalgia ((2012, vincitore del Premio Acerbi). A maggio 2015 Voland porta in libreria il secondo capitolo della trilogia cominciata con Abbacinante. L’ala sinistra, dal titolo Abbacinante. Il corpo.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Mircea C?rt?rescu

Abbacinante. Il corpo

Abbacinante. Il corpo di

Nel pieno incubo della Romania degli anni ’50-’60, la storia di Vasile – il bambino senza ombra nella pittoresca Bucarest del XIX secolo – si fonde e si congiunge, come in un nastro di Möbius, con quella dell’autore stesso, Mircea, e con il ritratto poderoso di un’infanzia densa di figure, sogni, suggestioni, angosce. Dagli uomini-statua che popolano le viscere di una Amsterdam grottesca e stup...