Escluso il cane

Mara, pittrice di provincia, è riuscita a farsi strada nel mondo dell'arte contemporanea.

Vende ed espone in Europa ed oltre. Continua però a condurre la sua semplice esistenza nella cittadina d'origine, in terra Apuana.
Fondamentalmente sola, riesce a mantenere qualche legame solido e sincero con alcuni amici di vecchia data, un collaboratore e, soprattutto, un cane.
Cova al suo interno un astio generalizzato nei confronti delle persone, che non capisce e da cui non si sente compresa.
E prova a vivere dignitosamente leccandosi quotidianamente una ferita assai profonda. Una coltellata all'anima infertale da piccola.
Il tram tram verrà improvvisamente sconvolto dall'incontro (ri-incontro) con un vecchio amore.
Per qualche tempo, Mara, lascerà che la passione riemersa la porti dove vuole.
L'idillio, però, è presto interrotto.
Un sospetto che non troverà mai conferma mina alle radici il loro rapporto.
E porterà rivoluzione nella sua esistenza.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo