La lunga stagione dell'oblio

La solitudine e l'inquietudine di vivere legano, come un immaginario sottile filo rosso, i protagonisti dei racconti di questo libro. Luciano, il più irrequieto fra questi, è costretto a combattere due guerre, la prima combattuta contro se stesso ed i fantasmi di un passato che ritorna all'improvviso causando dolore e sgomento; la seconda, reale, voluta da un assurdo dittatore padrone assoluto di un Paese dove regnano incontrastati indifferenza, odio razziale e pregiudizio.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo