Crazy for rock'n'roll

Nella Swinging’ London della fine dei ’60, accanto a gruppi mitici quali i Rolling Stones, i Pink Floyd e gli Who, gli irriverenti Holy Bones lottano per conquistare la fama berciando nei club il loro messaggio indemoniato, convulso e anticonformista. Poi finalmente la notorietà, l’entrata nelle classifiche, le foto sui giornali, i pienoni ai concerti, i tour mondiali, i soldi; e sesso, droga e rock’n’ roll, santoni e feste, scandali e groupies, travestiti e terroristi… fino al terribile e irrisolto omicidio del batterista e della moglie e la condanna di Sebastian Sciarra, l’irriducibile e alcolizzato frontman.
Nel corso del nuovo millennio Leslie Andrews, cronista di nera, riesce a piazzare le mani su due preziose ed inedite testimonianze: i ricordi di Hector Kane, l’acido vecchio tecnico del suono e produttore degli Holy Bones, e i ritrovati diari di Philip Minot, tastierista della band morto suicida nel 1984. Unendo a queste articoli di giornali d’epoca, opinioni dei critici e ricerche della redattrice, riporta alla vita e ci regala l’intera storia dei Bones, dalla ricerca sfrenata e goduta del successo fino alla possibile risoluzione della tragedia finale…

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo