Piazza Libertà

Un’immaginaria città portuale con i monti alle spalle, un regime violento, il rischio di un’occupazione militare: la storia di Gillo è la storia di una presa di coscienza sociale. Sospeso nel tempo, il romanzo inizia lentamente e finisce in un turbine di scontri armati scandendo gli stati d’animo del protagonista, che trova la forza di prendere parte a un moto civile di resistenza, di combattere, di farsi coraggioso e di amare. Mentre il ritmo aumenta, il lettore s’immedesima nei personaggi e fra tradimenti di spie ed episodi di grande umanità ha inizio una serie di drammatiche azioni militari.
Una storia sospesa nel tempo che si trasforma in una storia di tremenda attualità, dove non vincono i buoni sentimenti ma si impara a crescere attraverso l’interazione con gli altri, attraverso l’azione intesa come processo del divenire e non come velocità di esecuzione della narrazione.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo