Da Quarto al Faro; noterelle d'uno dei Mille

Anteprima:

— Tutta Sicilia è in armi; il Piemonte non può muoversi; ma Garibaldi? —
Trentamila insorti accerchiano Palermo: non aspettano che un capo, Lui! Ed egli se ne stachiuso in Caprera? — No è in Genova. — E allora perchè non parte? — Ma Nizza ceduta?
dicevano alcuni. E altri più generosi: — che Nizza? Partirà col cuore afflitto, ma Garibaldi non lascierà la Sicilia senza aiuto.
I più generosi hanno indovinato. Garibaldi partirà, ed io sarò nel numero dei fortunati che lo seguiranno.
Poco fa parlavo di questa impresa coli' avvocato P.... Egli che Panno scorso, nella caserma dei cavalleggeri d'Aosta, pregava con noi che nascesse la rivoluzione nel Pontificio o nel Napoletano, dacché Villafranca aveva troncata la guerra di Lombardia; non potrà venire con noi e si affligge. Ha la madre ammalata.
Ci lasciammo colla promessa di rivederci domani, e se ne andò lento e scorato per via deiGenovesi. Mentre io stavo a guardarlo, mi venivano di lontano, per la notte, rumori d 1 ascie e di martelli. E gli odo ancora. Ma i cittadini
non si lagneranno della molestia, perchè la fretta è molta. Si lavora anche di notte a piantare abetelle, a formare palchi, a curvar archi trionfali, per la venuta di Re Vittorio. Verrà dunque il Re desiderato fra questo popolo, che ora sei anni vide cadere Carlo terzo duca pugnalato in mezzo alla via. Io era allora scolare
di quattordici anni, e ricordo il racconto che dell'orribile caso ci fece il Padre maestro Scolopio..

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giuseppe Cesare Abba

Cose vedute di Giuseppe Cesare Abba

Cose vedute di Giuseppe Cesare Abba di

Cose vedute di Giuseppe Cesare Abba

Cronache a memoria

Cronache a memoria di

Cronache a memoria, Giuseppe Cesare Abba (Cairo Montenotte, 6 ottobre 1838 – Brescia, 6 novembre 1910) 

Le rive della Bormida nel 1794

Le rive della Bormida nel 1794 di

Un affresco storico appassionante sullo sfondo della guerra napoleonica nelle Langhe Piemontesi.

Le rive della Bormida nel 1794

Le rive della Bormida nel 1794 di

Le rive della Bormida nel 1794 Chi si parte dalla marina del Finale, e su pel fianco dell'Appennino va verso le Langhe, si arresta trafelando ogni tratto a ripigliar lena, e a vedere quanta sarà ancora la salita, e quanto s'è scostato da quella spiaggia, diversa giù giù per foci di torrenti, per iscogliere tagliate a filo, per promontori neri, dirupati, somiglianti a mostri, che si inoltrano ci...

Storia dei Mille

Storia dei Mille di

La "Storia dei Mille" di Giuseppe Cesare Abba è la vivida narrazione di un garibaldino che ha vissuto momento per momento tutta l’avventura fondamentale del Risorgimento: la spedizione dei Mille, da Quarto a Calatafimi, fino alla liberazione di Palermo.La scrittura è semplice, assolutamente comprensibile anche a oltre un secolo di distanza, e il linguaggio e la costruzione sono quelli del roman...

Da Quarto al Volturno

Da Quarto al Volturno di

Giuseppe Cesare Abba pubblicò le sue Noterelle nel 1880 e in seguito, anche grazie all'amicizia con Giosué Carducci (che le definiì "un piccolo capolavoro"), diede al testo la sua forma e il suo titolo definitivi: Da Quarto al Volturno. Alla vigilia della «grande impresa»  Da Quarto a Marsala  Da Marsala a Calatafimi  Da Calatafimi a Palermo  La battaglia di Palermo  Da Palermo a Milazzo  Da Mi...