Delitto e Castigo (Emozioni senza tempo)

Compra su Amazon

Delitto e Castigo (Emozioni senza tempo)
Autore
Fëdor Dostoevskij
Editore
Fermento
Pubblicazione
14 aprile 2015
Categorie
In questo capolavoro, che insieme a 'Guerra e pace' di Tolstoj viene considerato il caposaldo della letteratura russa, troviamo la summa del pensiero di Dostoevskij: il raggiungimento della salvezza attraverso la sofferenza. Pubblicato nel 1866 e ambientato a San Pietroburgo, si svolge durante una calda estate e racconta le vicende di Rodion Romanovic Raskolnikov, un povero studente che pianifica e realizza l'omicidio di un'anziana usuraia e della sua sorella più giovane che appare casualmente sulla scena del delitto. Le angosce del protagonista, che arriverà a costituirsi e ad essere deportato in Siberia (proprio come era avvenuto allo stesso Dostoevskij dopo essere stato arrestato), sono lenite dall'amore per una giovane indigente come lui, Sonja, che gli offrirà lo spunto per riscattarsi. I personaggi secondari aiutano a meglio comprendere la visione del mondo del grande pensatore russo su temi quali la carità, la vita di famiglia, la fede dell'esistenzialismo cristiano e l'ateismo, l'attività rivoluzionaria della Russia nella seconda metà dell'Ottocento. La portata di 'Delitto e castigo' nella storia della letteratura successiva è tale che se ne ritrova traccia non soltanto nelle opere di una grande vastità di scrittori europei, ma anche in arti alternative quali musica e cinematografia: tra gli altri ne sono stati influenzati registi come Alfred Hitchcock e Martin Scorsese.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Fëdor Dostoevskij

Il sosia (Libri da premio Vol. 64)

Il sosia (Libri da premio Vol. 64) di

Come molte altre opere dell'epoca, anche questo romanzo di Dostoevskij uscì inizialmente a puntate su una rivista russa nel 1846. Il tema del doppio, che è alla base di queste pagine, viene affrontato dal grande romanziere riprendendo un argomento già ampiamente trattato in ambito filosofico e religioso, di lì a poco poi anche in chiave psicologica. Il protagonista è un consigliere titolare che...

L'eterno marito (Libri da premio Vol. 61)

L'eterno marito (Libri da premio Vol. 61) di

Pubblicato in doppia uscita sulla rivista 'Zarja' nel 1870, in questo romanzo breve di Dostoevskij i protagonisti sono gli uomini. Uomini qualsiasi, opposti per abitudine e comportamenti ma anche simili tra loro, uomini che abitano il tipico sottosuolo sociale che era il grande serbatoio narrativo del grande romanziere russo. In un quadro satirico di grande suggestione, ecco l'autore che ci mos...

Memorie del sottosuolo (Emozioni senza tempo)

Memorie del sottosuolo (Emozioni senza tempo) di

Romanzo del 1864 diviso in due parti, questo capolavoro di Dostoevskij prende il via come una critica sociale che si schiera contro il positivismo e tutti quegli ideali ottimistici che sono i fondamenti di una società basata su benessere, scienza e ragione. Secondo l'autore russo, l'uomo manifesta un desiderio di sofferenza che non può approdare a sentimenti di fratellanza né sfociare in alcuna...

Il sogno dello zio (Einaudi tascabili Vol. 1085)

Il sogno dello zio (Einaudi tascabili Vol. 1085) di

«Nel raffigurare la gretta società di provincia, Dostoevskij si ricollega alle invenzioni grottesche di Gogol¿. Com'è gogoliana l'assurda cittaduzza di Mordàsov, covo di ipocrisia e maldicenza, dove le ciarle dilagano in modo ossessivo, moltiplicandosi come in un labirinto di specchi. Tutto il racconto è percorso da un brulichio di comari stizzose e malevole, che si passan la voce con rapidità ...

Sepolti vivi (Gli Imperdibili)

Sepolti vivi (Gli Imperdibili) di

Una prigione in Siberia. Un inferno in cui, per sopravvivere, è necessario adattarsi, accettarne le regole. Un labirinto in cui, senza un sottilissimo filo di Arianna, si corre il rischio di perdersi. Non solo fisicamente, ma anche e soprattutto mentalmente. Dentro, ci sono assassini occasionali e assassini di professione, briganti e capibanda, semplici ladri e vagabondi, maestri del borseggio ...

Il giocatore (Einaudi tascabili. Classici)

Il giocatore (Einaudi tascabili. Classici) di

«La materia è scherzosa, - scrive Leone Ginzburg - o per meglio dire è scherzoso il tono; ma la tensione è continua». È la storia di un progressivo inaridimento morale, il percorso deplorevole di un giovane uomo che lentamente, ma inesorabilmente, perde interesse verso tutto ciò che lo circonda, in nome di un'unica passione: il gioco d'azzardo. Il protagonista si distingue però dalle alte cre...