Un sogno gentile

“Avevo la sensazione che proprio quando mi stavo preparando ad affondare in una strada strana e senza uscita, ero stata salvata dalla bontà dell’essere umano, che lavora faticosamente nell’ingranaggio di questo mondo incerto”
Un giorno alla mensa aziendale, Matsuoka invece del solito sceglie di prendere il riso col curry. Un piccolo gesto che le cambierà l'esistenza: quel piatto è stato avvelenato da un collega in cerca di vendetta. Per quanto la giovane redattrice cerchi di tornare ai soliti ritmi, la sua vita è cambiata completamente da quel momento che ha riportato alla superficie insicurezze e ricordi dolorosi, che solo un sogno gentile può, forse, scacciare.
Pubblicato in “Ricordi di un vicolo cieco” (Feltrinelli 2006) con il titolo “Mammaa!”. Numero di caratteri: 79.010

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Banana Yoshimoto

Le sorelle Donguri

Le sorelle Donguri di

Guriko, rimasta orfana da ragazzina, nella solitudine della sua stanza gestisce, insieme alla sorella Donko, un sito di posta per persone in difficoltà che si chiama “Donguri shimai” (Le sorelle Donguri). Quando il messaggio di una donna che lamenta la perdita del marito induce Guriko a ripensare a Mugi, il suo primo amore, una strana forma di inquietudine la spinge a interrompere la propria cl...

Il lago

Il lago di

Chihiro ha perso da poco la madre e sta cercando di rifarsi una vita a Tokyo, lontano dalla cittadina di provincia a cui la legano brutti ricordi. Nakajima è tormentato da un passato misterioso che gli impedisce di vivere fino in fondo i propri sentimenti. Mino e Chii vivono in una casa nei pressi di un lago, un luogo fuori dal tempo e dallo spazio. Il lago è uno dei migliori e più sorprendenti...

La piccola ombra

La piccola ombra di

Cosa significa tradire? Come si tradisce? Il tradimento ha per tutti lo stesso significato? Banana Yoshimoto, più che dare risposte, disegna paesaggi emotivi che delineano i confini di uno degli aspetti più dolorosi ed enigmatici del vivere. Chi tradisce? La fanciulla che ha una relazione con un uomo sposato o la moglie ingannata che, consapevole dell'affaire, mente annunciandole la morte dell'...

Sangue e acqua

Sangue e acqua di

“L’unica cosa di cui ho paura è il passare del tempo, il ramo del salice accarezzato dal sole che un attimo dopo è scosso da un tifone, il ciliegio in fiore che perde tutti i suoi petali. L’avvicinarsi della notte, come un presagio di addio, sulla sua schiena nella stanza colpita dal sole al tramonto. È questa l’unica cosa davvero triste.” Chikako è fuggita dal villaggio-comunità in cui viveva ...

Strana storia sulla sponda del fiume

Strana storia sulla sponda del fiume di

“Ascoltavo continuamente il rumore del fiume. Sembrava che dicesse: io scorro sempre, senza fermarmi mai. Risuonava sonoro e costante, come una ninnananna capace di calmare l’inquietudine. Mentre mangiavo, mentre mi cambiavo, mentre dormivo, mentre prendevo il caffè nel sole del mattino, non riuscivo ad allontanare la mente dal rumore del fiume che scorreva. Avevo la sensazione di aver dimentic...

Oltre la finestra

Oltre la finestra di

“Quando aprii gli occhi, vidi la sagoma di un uomo tra le tende spesse che filtravano i raggi del sole e sobbalzai per lo spavento. Tra i pochi ricordi che avevo di lui, mi sembrava di averlo sempre visto in quella posizione, intento a guardare fuori dalla finestra. Mi piaceva da morire osservarlo così. Forse quella posizione non era del tutto estranea al mio essermi innamorata di lui in modo c...