Le mie prigioni: La prigionia di Silvio Pellico nel carcere dello Spielberg

Tratto da "Parliamo dell'elefante", di Leo Longanesi.



1° marzo 1938.

Rileggo "Le mie prigioni", libro splendido, perfetto. Ogni riga è meditata, calcolata con astuzia estrema. Accanto alla "Capanna di zio Tom" è il più bel libro di propaganda politica che sia mai stato scritto. Per abbattere l'Austria valsero più due capitoli delle "Mie prigioni" che due reggimenti di Lamarmora.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Silvio Pellico

Le mie prigioni

Le mie prigioni di

Silvio Pellico, scrittore, poeta e patriota italiano di origine piemontese, ha vissuto a cavallo fra il XVIII e il XIX secolo. Molta della sua fama è legata all’opera scritta durante i duri anni di carcere, dal titolo Le mie prigioni. Pubblicata nel 1832, racconta l’esperienza di prigionia dello scrittore, dapprima ai Piombi di Venezia e poi nella fortezza dello Spielberg, in Moravia: prigionia...

Opere Compiute di Silvio Pellico Da Saluzzo - Volume Secondo

Opere Compiute di Silvio Pellico Da Saluzzo - Volume Secondo di

Opere Compiute di Silvio Pellico Da Saluzzo - Volume Secondo by Silvio Pellico. This book is a reproduction of the original book published in 1838 and may have some imperfections such as marks or hand-written notes.

Le mie prigioni

Le mie prigioni di

"Le mie prigioni" è una delle opere più significative del giovane Silvio Pellico, scritto nella prima metà del 1800, quando Pellico decide di affiliarsi alla Carboneria per seguire i propri ideali di libertà e riscossa anti-austriaca. Proprio il giorno dopo questa sua scelta, l'Austria decreta la pena di morte per i carbonari della LombardiaIn questo diario la sua storia assume una duplice vale...

Le mie prigioni

Le mie prigioni di

Le mie prigioni è un libro di memorie scritto da Silvio Pellico e pubblicato nel 1832. Si articola in un arco di tempo che va dal 13 ottobre 1820, data in cui l'autore venne arrestato a Milano per la sua adesione ai moti carbonari, al 17 settembre 1830, giorno del suo ritorno a casa. In esso Pellico descrive la sua esperienza di detenzione - prima ai Piombi di Venezia e poi nel carcere dello Sp...

Le mie prigioni (Emozioni senza tempo)

Le mie prigioni (Emozioni senza tempo) di

Nel contesto storico di grande fermento che travolse l'Europa nella prima parte dell'Ottocento, dando vita non soltanto a guerre e moti rivoluzionari ma anche innescando spunti indimenticabili per le arti di ogni genere, quest'opera di Silvio Pellico entra di diritto nella narrativa senza tempo pur partendo da un contesto autobiografico. Arrestato nel 1820 perché membro della setta segreta dei ...

Le mie prigioni: Ediz. integrale con note (Grandi classici)

Le mie prigioni: Ediz. integrale con note (Grandi classici) di

IN OFFERTA LANCIO!Opera più conosciuta di Silvio Pellico (1789-1854), Le mie prigioni (pubblicata nel 1832) è un libro di memorie in cui l’autore racconta gli anni della sua detenzione (1820-1830), a seguito della propria adesione ai moti carbonari. Nel raccontare di questo decennio amaro, l’autore dimostra come, anche nelle avversità, si possa rimanere ancorati all’ideale di bene, di umanità e...