Sulle rotte della taranta

Pino, studente universitario di Melfi si trova a trascorrere un'estate nel Salento, invitato da Fortunato con cui condivide insieme alla sorella Valeria un appartamento nella città di Bari. Le gite, la scoperta dei luoghi, le sagre, l'amore per Valeria, permettono a Pino di scoprire da vicino costumi e rituali di luoghi pervasi da tradizioni molto antiche. La voglia impressa sul fianco di Valeria, il pentacolo che accomuna come talismano molti personaggi, la Taranta, la Pizzica e molto altro lasceranno una traccia indelebile in Pino, che, insieme a Valeria, scioglierà nel corso della sua vacanza tutti i nodi di una sorta di giallo ancestrale. Una storia trepidante, colorata da colpi di scena, da cui emerge una sorta d'atto d'amore verso una terra, il Tacco d'Italia. I paesi del Salento, le sagre popolari, il mare verde smeraldo, le tradizioni: tutto sembra inglobato in una storia che a volte pare essere pretesto per raccontare un'intera terra, nell'estremo tentativo di innalzarla a simbolo di un mondo millenario che resiste all'omologazione dei tempi moderni, per preservare una realtà intessuta di legami, sentimenti, forze oscure e salvifiche, radicate nell'essenza stessa della Taranta, rappresentata dalla magia della danza della Pizzica.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Domenico Dimase

Il Vesuvio sotto le Alpi

Il Vesuvio sotto le Alpi di

Massimo Torciani, giovane ingegnere lodigiano, con le sue due sorelle emigra dal Nord Italia a Napoli, per trovare lavoro e qualcos’altro, con un’ipotetica inversione dei fenomeni migratori del passato.  Qui i tre si caleranno in un mondo fatto di personaggi e situazioni che influenzeranno la loro esistenza, con valori e straordinari rapporti che modificheranno profondamente il loro modo di gua...