Vasi cinesi

Fugge e ritorna, cerca ed è ricercato, viene ucciso ma rinasce, vuole la solitudine per immergersi ancora nel mondo, osserva ed è osservato, si innamora ed è amato, narra le sue storie e attrae quelle degli altri. Chi è dunque Claudio, il camaleontico attore delle vicende raccontate in questo libro? E chi è il narratore, dapprima voce anonima ed equidistante, poi sempre più personaggio che esce allo scoperto per interagire con il protagonista come se questi, con la sua forza magnetica, lo costringesse ad abbandonare il suo ruolo? Claudio compare, nei dodici capitoli di questo libro, continuamente cambiato e sempre uguale a se stesso, in un gioco mutevole eppure perfetto come una scacchiera o come un cruciverba la cui soluzione porta con sé una inevitabile fine.



“Se è vero che per molti giovani scrittori la produzione di Calvino è una pesante ipoteca da scontare, Canobbio sembra aver scelto la via più fruttuosa per affrancarsene: ne ha fatto, semplicemente, l’oggetto di un affettuoso metalinguaggio, padroneggiato con una disinvoltura vista l’ età stupefacente, che lascia intuire molte felici avventure future.” Stefano Giovanardi (La Repubblica, 24 novembre 1989)

Numero di caratteri: 181.533

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Andrea Canobbio

Traslochi

Traslochi di

Un trasloco è sempre in bilico tra il rischio di ricostruire l’ambiente appena lasciato e quello inverso di perdere la direzione, l’orizzonte dei pensieri, le coordinate degli affetti. Al centro di continui traslochi, il protagonista di questo romanzo, Claudio, è afflitto dalla nostalgia: forse, soprattutto, nostalgia di abitudini che non può più coltivare. Traslochi è una riflessione semiseria...

Presentimento

Presentimento di

Può accadere, nella vita, che i desideri e le paure più nascoste prendano all’improvviso corpo nel mondo. Hai paura di volare, e la gente che ti sta intorno, con cui era impossibile condividere la pena, di colpo ti capisce fin troppo bene. Il narratore di questa storia è partito un giorno per Londra ed è tornato qualche mese dopo da New York. Tra i due viaggi è arrivato l’11 settembre 2001, e c...

Indivisibili

Indivisibili di

Imbarcata controvoglia in un tour organizzato, Stefania affronta l’India con gli occhi spalancati, per capire cosa la turba nello spettacolo della folla e della miseria. A esasperarla sono anche il caldo, le divagazioni matematiche della guida Nirmal, l’ipocondria della sorella Silvia, e l’attrazione per un misterioso compagno di viaggio, Malan. Stefania vuole sapere cosa si nasconde dietro la ...