La figlioccia del boss

Compra su Amazon

La figlioccia del boss
Autore
Gaetano Saglimbeni
Editore
Contanima
Pubblicazione
5 giugno 2015
Categorie
“Parlare di mafia in Sicilia è sempre meglio che tacerne, ma bisogna parlarne con grande lucidità e correttezza, per evitare di far bene al suo mito e male ai siciliani”. Queste sagge parole del magistrato Giovanni Falcone fanno da prefazione al romanzo “La figlioccia del boss” del giornalista siciliano Gaetano Saglimbeni: uno “spaccato d’epoca” su fatti e personaggi della mafia, sullo sfondo della Palermo dei “cadaveri eccellenti”, negli anni 70 e 80. Protagonista della storia, incentrata nel “bunker” in cui si nascondeva un ergastolano condannato come mandante dell’assassinio di un bambino di 8 anni in Germania, nipote di un pentito di mafia che lo aveva fatto condannare per due precedenti delitti, è una ragazzina dalla faccia pulita e solidi princìpi morali, che era stata compagna di giochi di quel povero ragazzo prima che emigrasse. Era lei che gli portava da mangiare, gli faceva i mestieri; ed usciva poi con la camicetta rigonfia di “pizzini” con i quali il boss impartiva ordini precisi ai “luogotenenti” per i loro sporchi affari e crimini sempre più efferati. Una contadinella mite e buona, nelle mani di criminali senz’anima che continuavano a definirsi “uomini d’onore”.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo