Povera spia

“Povera spia” è un romanzo esistenziale, il ritratto di un uomo disarmato di fronte alla vita non per stupidità ma perché ne coglie tutto il vuoto, il nulla.
È questa – nulla – la parola chiave di un libro la cui semplicità è solo apparente, perché riflette invece, portandola all’estremo, una situazione assai più frequente di quanto non si pensi. E il titolo, “Povera spia”, valica la barriera del noir per acquistare il suo vero significato: quello di un uomo che la vita può solo spiarla, spettatore di un gioco malinconico che, se è costretto a parteciparvi, diventa disperato.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Povera Spia di Franco Mimmi, l’inconsistenza dell’essere e la realtàRecensioniLibri.org

«Sono ancora vivo. Sempre lo sorprendeva. Riaprire gli occhi e ritrovare non solo la luce ma anche i ricordi, ritrovare un’esistenza della quale non si sentiva all’altezza sicché gli sembrava neppure un regalo ma un prestito qualsiasi, qualsiasi notte, poteva essergli esatto. […] È, semplicemente, l’idea di alzarmi. Di andare. Là fuori. Di fare. Che cosa? Cose. Fare cose che cosa? Che cosa fare? Che fare » È un... Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Franco Mimmi

Il nostro agente in Giudea

Il nostro agente in Giudea di

Quando si sparge la fama di Gesù il Nazireo, e l'eco delle sue azioni arriva a Roma, il potere imperiale decide di farlo diventare una pedina in più del suo gioco strategico in Giudea. Le sette che si oppongono al potere di Tiberio in nome del Dio d'Israele sono violente e irriducibili, e un messia pacifico potrebbe essere utile agli interessi romani. Per seguire i suoi passi e controllarlo vie...

Una stupida avventura

Una stupida avventura di

Sembra che la vita scivoli su Rossana leggera, senza scalfirla, ma anche, pensano sua madre e suo padre un po’ preoccupati, senza interessarle...“Si passa la vita,” dice Rossana, “a cercare una giustificazione della vita stessa. Se si fosse capaci di farne a meno ci si risparmierebbe un sacco di fatica inutile.”All’idea della vita come avventura Rossana ride, fa segno di no con la testa. “Che c...

su l'arida schiena del formidabil monte sterminator: Racconto d'inverno

su l'arida schiena del formidabil monte sterminator: Racconto d'inverno di

Tor Morella è un antico villaggio appenninico di carbonai, da anni abbandonato e ora trasformato in idillico “buen retiro” di lusso ma di scarso successo, perché ogni anno resta, causa neve, isolato dal resto del mondo. Eppure sette persone hanno scelto di passarvi l’inverno, alcune perché è un nascondiglio ideale, altre perché è un ideale rifugio artistico, per altre ancora è un luogo dove rit...

Relitti - A Tale of Time

Relitti - A Tale of Time di

Ras al Sahada, Capo della Felicità: oasi profumata d’incenso nascosta e dimenticata tra Yemen e Oman, porto di passaggio per un piccolo commercio di caffè e grani d’ambra, e soprattutto rifugio per l’anima degli amorosi relitti che vi hanno trovato oblio e riposo: Moran e Haidée sua e di tutti, e Nick del dancing bar, e il grasso Dajani, e tre folli francesi, e il romantico capitano Cunardowski...

Holbox - Il crepuscolo delle spie

Holbox - Il crepuscolo delle spie di

Holbox è un’isoletta messicana, un luogo ideale per un incontro fuori dal mondo, un luogo dove è ancora possibile, perfino a una spia, recuperare il senso delle cose che contano, delle cose che valgono. A Holbox si ritrovano – forse per una imprudenza, forse per una trappola, forse per una estrema offerta di amicizia – due antichi colleghi dei servizi segreti italiani. I fatti affermano che uno...

Il tango vi aspetta

Il tango vi aspetta di

Una tranquilla vita da funzionario di banca, una moglie, un figlio, qualche infedeltà che non passa il limite dell’avventura: tutto, nella vita di Carlo, si è svolto all’insegna della calma piatta, solo la passione per il tango gli ha dato qualche ora diversa, e forse in quella passione c’era il sogno di una vita diversa. Ma non è lo stesso ballare il tango a Milano o a Buenos Aires...