Tempo scaduto (Gli Adelphi)

Partito alla ricerca di un manoscritto perduto di Ne?aev – il nichilista russo capostipite di ogni specie di terroristi contemporanei –, il protagonista di questo romanzo, Robert Halliday, si ritrova sulle tracce di uno sceicco degli Emirati noto come «il Principe», che dal fondo di una miniera abbandonata nelle Alpi austriache progetta di compiere attentati devastanti con armi chimiche quali il gas nervino. Quando nel 1981 Eric Ambler decise di inventare una trama a partire da questo spunto, credeva di fornire al lettore dosi massicce di intrattenimento allo stato puro, della specie più adrenalinica e fantasiosa. In effetti così è, anche se Ambler non poteva immaginare che tipo di brividi i suoi lettori di ventitré anni dopo avrebbero provato, né prevedere che nel caso di "Tempo scaduto" persino l’aggettivo «profetico», cui immancabilmente si ricorre quando la narrativa anticipa con inquietante precisione la cronaca, sarebbe parso inadeguato.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Eric Ambler

La frontiera proibita (Gli Adelphi)

La frontiera proibita (Gli Adelphi) di

Se in una affamata repubblica balcanica un genio offuscato dal più selvaggio nazionalismo mette a punto un ordigno capace di sovvertire l’ordine mondiale non c’è da stare allegri. Tanto più che l’Ixania è una democrazia da burla, dominata in realtà dal principe Ladislaus e da sua sorella, la bellissima e letale contessa Schverzinski, dal volto simile a un dipinto di scuola umbra. Come se non ba...

Viaggio nella paura (Fabula)

Viaggio nella paura (Fabula) di

È il gennaio del 1940, il mondo attende una «primavera sanguinosa», e Mr Graham, ingegnere inglese specializzato in artiglieria navale, si appresta a lasciare Istanbul dopo aver assicurato alla propria azienda l'appalto per il riequipaggiamento della flotta militare turca. Graham è un tipo tranquillo, simpatico, con una mente matematica e la cordialità senza smancerie di «un dentista di lusso c...

Il processo Deltchev (Gli Adelphi)

Il processo Deltchev (Gli Adelphi) di

Quando gli dèi della buona letteratura presiedono alla nascita di un romanzo – il che, come sappiamo, non accade spesso –, può essere che la storia si presenti come uno di quei semplici, ma misteriosi giochi enigmistici in cui, per formare un disegno coerente, occorre unire una serie di puntini numerati. I puntini, in questo caso, sono gli effetti personali della vittima: una ventiquattrore con...

Epitaffio per una spia (Gli Adelphi)

Epitaffio per una spia (Gli Adelphi) di

Costa Azzurra, 1938. Vittima di un banale scambio di apparecchi fotografici, Josef Vadassy, un timido insegnante di origine ungherese e incerta cittadinanza, è arrestato con l’accusa di spionaggio. In realtà, la polizia francese sa benissimo che Vadassy è innocente, ma sa altrettanto bene che non è in condizione di trattare: quindi, o entro tre giorni scoprirà chi, fra gli ospiti del suo stesso...

Il levantino (Gli Adelphi)

Il levantino (Gli Adelphi) di

Per allestire un intrigo internazionale, come Alfred Hitchcock ha dimostrato, bastano due ingredienti: un’ambientazione esotica – oppure familiare, ma che da un momento all’altro appare sinistra – e un protagonista innocente, preso in un gioco più grande di lui, e potenzialmente mortale. Poi ognuno deve aggiungere, se lo ritiene, un tocco personale, e quello di Ambler consiste da sempre in una ...

La maschera di Dimitrios (Gli Adelphi)

La maschera di Dimitrios (Gli Adelphi) di

Istanbul, intorno alla metà degli anni Trenta. Nel corso di un ricevimento Charles Latimer, giallista inglese di successo, viene avvicinato dal più imprevedibile degli ammiratori, il colonnello Haki – alto ufficiale dei servizi segreti e scrittore di suspense alle prime armi. La trama che il colonnello sottopone a Latimer, e che vorrebbe che quest’ultimo sviluppasse in proprio, è rozza, fiacca,...