Sonata a quattro mani

"J.J. firmava sempre i suoi omicidi. Erano come vere e proprie opere di un artista, secondo lui. Aveva ucciso sette persone fino a quel momento, sei adulti e un bambino. [...] Ma non aveva ancora finito. In realtà, aveva appena cominciato."

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo