Povero cuor di donna

Roma, luglio ’47. Sull’Appia Antica, in un calcinato venerdí, viene ritrovato il corpo di una donna che porta i segni di un’insensata violenza, nessun indizio accanto a lei per stabilirne l’identità, solo una gonna a fiori, un bottone da uomo e un neo appena sopra il labbro. Il caso è affidato ad Achille De Sanctis, un commissario che soffre i tormenti di una complicata crisi famigliare. Le indagini attraverso la Roma del dopoguerra portano alla scoperta di un’insospettata realtà criminale, fatta di identità nascoste e rubate, di pericolosi intrecci tra vecchio regime e nuovi poteri. La ricostruzione della tela di un ragno in un giallo velenoso.Paola Campanini vive a Roma, è burattinaia, attrice e studiosa del teatro di figura.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo