Gianco amäo

Banlieue, favelas, carruggi: nei ghetti di tutto il mondo nascono, si nutrono e crescono delinquenti di ogni sorta, spesso legati da passioni comuni e vera amicizia.
In una Genova degli anni Sessanta imperversa una banda di malavitosi “vecchio stampo”, la più affiatata e meglio organizzata della città vecchia: gente dura, sempre pronta a mettersi in gioco, a rischiar del proprio per portare a casa una vittoria.
Il carismatico capo della gang è Enrico Buzzone, conosciuto nell’ambiente come “Enrì il francese”. Tutto fila liscio ma, come spesso accade ai tipi gagliardi, dal passato compare, a destabilizzare gli equilibri, una figura femminile, un “gran bel tocco di…” alla quale non si può dire di no. I ragazzi della banda si stringono intorno al capo e insieme danno vita a una serie di colpi per ammucchiare un sacco di soldi... Serviranno a mettere in ordine le cose.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo