La cura del gorilla

Compra su Amazon

La cura del gorilla
Autore
Sandrone Dazieri
Editore
MONDADORI
Pubblicazione
16 luglio 2013
Categorie
Sandrone Dazieri, detto il Gorilla, e il suo alter ego Socio, sono a Cremona, convalescenti dopo i fatti narrati in Attenti al Gorilla , quando si imbattono nell'omicidio di un albanese per il quale sono stati fermati due connazionali. L'amico Mirko, avvocato dei due, chiede l'aiuto del Gorilla: il caso, infatti, per gli inquirenti è risolto in partenza. Ma il nostro Sandrone è troppo abituato a osservare i dettagli per non accorgersi che qualcosa non torna. Indagare gratis per un amico, però, non aiuta a sbarcare il lunario, così il Gorilla accetta un altro incarico e si reca a Torino come responsabile della sorveglianza in uno strampalato festival di fantascienza. E qui la faccenda si veste di risvolti ancora più complicati e inaspettati, ma grazie alle risorse della sua doppia personalità e al soccorso di vecchi compagni dell'estrema sinistra e improbabili volontari cattolici, Sandrone verrà a capo anche di questo caso.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Sandrone Dazieri

Uccidi il padre

Uccidi il padre di

Un bambino è scomparso in un parco alla periferia di Roma. Poco lontano dal luogo del suo ultimo avvistamento, la madre è stata trovata morta, decapitata. Gli inquirenti credono che il responsabile sia il marito della donna, che in preda a un raptus avrebbe ucciso anche il figlio nascondendone il corpo. Ma quando Colomba Caselli arriva sul luogo del delitto capisce che nella ricostruzione c'è q...

L'Angelo

L'Angelo di

Quando il treno ad alta velocità Milano-Roma entra alla stazione Termini la polizia ferroviaria ha una terribile sorpresa: i passeggeri della carrozza Top, il vagone più esclusivo e costoso, sono tutti morti.E la prima a entrare nella carrozza del massacro è Colomba Caselli, vicequestore dai muscoli d'acciaio e l'anima fragile. I primi indizi portano decisamente verso il terrorismo islamico, ar...