L'ultima indagine del Commissario (La memoria)

Maggio 1911. In quel di Monreale, a un passo dal capoluogo, è sparito l’agente La Mantia, di recente incaricato di un’azione di infiltrazione nella mafia per mandato della Procura del Re. Il Commissario Garbo scopre subito che un altro delitto importante, finora camuffato da incidente, può essere collegato al fascicolo La Mantia. E dietro il tutto, scompare e compare un altro mistero, ancora più torbido perché stavolta riguarda il Palazzo. L’integerrimo Procuratore del Re Diotallevi aveva subito qualche tempo prima un incomprensibile attentato. Se tutto questo si collega, non può che esserci una maledetta commistione: mafia, affari, poteri occulti, indicibili interessi. Come un apprendistato di futuri sviluppi e future raffinate strategie. Un racconto giudiziario che prende a modello Sciascia, una storia di 100 o di 25 anni fa.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Davide Camarrone

Lorenza e il commissario (La memoria)

Lorenza e il commissario (La memoria) di

Lorenza, squillo d’alto bordo, viene convocata d’urgenza dalla polizia di Palermo. Un ricco avvocato suo cliente è stato ucciso con un colpo di pistola. Da testimone a principale sospettata, trova sostegno nel commissario Paternò.