Menti bruciate

Compra su Amazon

Menti bruciate
Autore
Fabio Galli
Editore
dbooks.it
Pubblicazione
15 aprile 2013
Categorie
Distinguere la verità dai propri incubi può essere difficile, soprattutto in una clinica psichiatrica, per quanto lussuosa ed elitaria. L’ingegnere Emanuele Monte, alla ricerca di un equilibrio mentale improvvisamente perduto, si trova proprio malgrado coinvolto in un mistero che diventa ogni giorno più fitto e che rischia di trascinarlo verso il baratro della follia. Attori e compagni di questa inquietante discesa verso gli inferi della mente sono gli altri pazienti della clinica ed Emanuele dovrà cercare di superare le barriere delle loro psicosi per far luce sugli eventi. Nessuno è al di sopra dei sospetti: non lo sono i pazienti né i dottori e gli infermieri, ma neppure lo stesso protagonista riesce a cancellare il proprio nome dalla lista degli indiziati.Dietro un thriller ad alta tensione, emergono i tratti della società civile italiana dei nostri tempi: i giochi di poteri e i trucchi delle grandi aziende, l’incontro di culture diverse, il tentativo di seppellire ogni segreto scomodo.Il romanzo è stato premiato al concorso letterario Grangiallo a Castebrando 2011, alla presenza del vicedirettore del TG1 Gennaro Sangiuliano e del responsabile ANSA Carlo Gambalonga. Fabio GalliSin dalla sua infanzia, Fabio Galli coltiva due passioni: la lettura e gli enigmi. I primi approcci alla scrittura creativa risalgono al periodo degli studi universitari. I suoi racconti sono via via apprezzati e pubblicati, fino al riconoscimento ottenuto nel concorso “Marguerite Yourcenar” col brano “Non posso rimproverami nulla”. Dall’amore per gli animali, nasce il contributo all’antologia di beneficienza “Code di stampa”. Altre opere sono state finaliste di premi letterari dedicati ai thriller, ma il premio cui tiene maggiormente è quello ottenuto con “Menti bruciate” al “Grangiallo a Castelbrando” del 2011.Sposato e padre di due figli, obbliga la famiglia intera ad aiutarlo nella composizione delle sue opere. Si dedica quotidianamente all’insegnamento del gioco degli scacchi alla sua cucciola di breton, con ottimi risultati: la cagnetta ha già imparato a non mordere i pezzi e a non fare pipì sulla scacchiera.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo