KGB. Torino. Filiale 44

L’agente del KGB Alexandr Mikhailovic Romanenko lascia l’Unione Sovietica diretto verso l’Italia, più precisamente a Torino. Aldo Ferrero, invece, lavora in banca, ha una famiglia, una moglie e una vita ordinaria, anche lui nel capoluogo piemontese. Sono due persone molto diverse, i cui destini, normalmente, non si sfiorerebbero mai. Che cosa hanno, invece, in comune? Cosa porterà le loro vite ad incrociarsi? Una romanzo che parte da un progetto top secret della disciolta URSS e termina dove qualcuno sta cercando, invece, di riportarlo in vita, attraverso vent’anni di menzogne, nascondigli e morti misteriose.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo