Il piacere: Ediz. integrale (Grandi Classici)

Compra su Amazon

Il piacere: Ediz. integrale (Grandi Classici)
Autore
Gabriele D'Annunzio
Editore
Crescere
Pubblicazione
4 novembre 2015
Categorie
EDIZIONE MIGLIORATA 04/11/2015. Questo romanzo, pubblicato nel 1899, descrive il paradigma del gusto e della sensibilità dell’Italia umbertina di fine Ottocento. Andrea Sperelli, il protagonista, è un giovane intellettuale appassionato d’arte e a sua volta pittore e poeta. Colto, aristocratico e raffinato, ma al tempo stesso scettico e cinico, costituisce il primo alter ego letterario di Gabriele D’Annunzio. Andrea Sperelli giunge a Roma nell’ottobre del 1884, attratto dal fascino barocco della città, che con i suoi edifici maestosi e i suoi monumenti farà da sfondo alle vicende narrate. Qui conosce Elena Muti, con cui vive un’appassionata relazione che si conclude improvvisamente nel 1885, quando la giovane donna lo lascia e si allontana da Roma. Andrea si dà allora alla vita depravata, cercando nelle sue numerose amanti qualcosa che possa ricordargli Elena, finché un rivale in amore lo sfida a duello e lo ferisce gravemente. Nel corso della convalescenza presso la villa di una cugina, Andrea conosce la nobile Maria Ferres e, affascinato dalla sua bellezza spirituale, se ne innamora. Rientrato a Roma, Andrea incontra Elena, ora moglie di un lord inglese che non ama ma che ha sposato perché molto ricco, e vorrebbe riconquistarla. Nel frattempo arriva a Roma anche Maria… Inseguendo la crudele chimera del piacere come scopo di vita, Andrea pagherà un duro scotto.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Gabriele D'Annunzio

I grandi romanzi (eNewton Classici)

I grandi romanzi (eNewton Classici) di

• Il piacere• L’innocente• Trionfo della morte• Il fuocoA cura di Gianni OlivaSaggio introduttivo di Giovanni Antonucci e Gianni OlivaEdizioni integraliÈ forse con Il piacere, pubblicato nel 1889, che ha inizio il moderno romanzo italiano: con la vicenda degli amori del giovane aristocratico Andrea Sperelli, raffinato esteta, «tutto impregnato d’arte», avido di piacere, il decadentismo dannunzi...

L'innocente (I grandi romanzi)

L'innocente (I grandi romanzi) di

Crisi di una società, che, eticamente sguarnita, si avviava confusamente verso la belle époque e il successivo disastro dell’inutile strage. E quel tanto di rimorso o di smarrimento che sopravvive in Tullio-Gabriele, e che sparirà nel futuro Vate e Comandante, ci rende L’Innocente più avvincente e meno lontano.”– Pietro Gibellini

Il fuoco - Forse che sì forse che no (eNewton Classici)

Il fuoco - Forse che sì forse che no (eNewton Classici) di

A cura di Gianni OlivaSaggio introduttivo di Giovanni Antonucci e Gianni OlivaEdizioni integraliIn una Venezia misteriosa e incantevole Stelio Effrena e la Foscarina (in realtà D’Annunzio e la Duse) coltivano ne Il fuoco l’idea di un teatro liberato dalle convenzioni borghesi e restituito ai grandi spazi aperti (come nella tradizione greco-romana), in cui si coniugano parola, musica, danza e ca...

Isaotta Guttadàuro ed altre poesie

Isaotta Guttadàuro ed altre poesie di

Isaotta Guttadàuro ed altre poesie di Gabriele D'Annunzio

Notturno (BUR CLASSICI MODERNI)

Notturno (BUR CLASSICI MODERNI) di

Amore, morte e dolore sono i temi di questa intensa confessione lirica, scritta quando, in seguito a una grave ferita di guerra, D’Annunzio è costretto a indossare una benda su entrambi gli occhi, che lo condanna a una temporanea cecità e a una immobilità pressoché totale.Eppure il poeta non rinuncia a scrivere. In una sorta di divinazione, annota su sottili strisce di carta “visioni immense af...

Il piacere (Romanzi d'Italia)

Il piacere (Romanzi d'Italia) di

La società aristocratica romana vista attraverso gli occhi e le vicende di Andrea Sperelli, ricco, nobile e mondano, ma anche intellettuale di gusto e raffinato conoscitore delle arti, uno degli alter ego più riusciti della storia della nostra letteratura. Perché dietro Sperelli c’è il giovane D’Annunzio, percorso dalla malinconia, consapevole della fine di un mondo che sta per cedere il passo ...