Gli intellettuali e l'organizzazione della cultura

Compra su Amazon

Gli intellettuali e l'organizzazione della cultura
Autore
Antonio Gramsci
Editore
E-text
Pubblicazione
1 ottobre 2014
Categorie
Dall'incipit del libro: "Gli intellettuali sono un gruppo sociale autonomo e indipendente, oppure ogni gruppo sociale ha una sua propria categoria specializzata di intellettuali? Il problema è complesso per le varie forme che ha assunto finora il processo storico reale di formazione delle diverse categorie intellettuali. Le più importanti di queste forme sono due: 1) Ogni gruppo sociale, nascendo sul terreno originario di una funzione essenziale nel mondo della produzione economica, si crea insieme, organicamente, uno o più ceti di intellettuali che gli dànno omogeneità e consapevolezza della propria funzione non solo nel campo economico, ma anche in quello sociale e politico: l'imprenditore capitalistico crea con sé il tecnico dell'industria, lo scienziato dell'economia politica, l'organizzatore di una nuova cultura, di un nuovo diritto...".

Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare.

Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Antonio Gramsci

Lettere dal carcere

Lettere dal carcere di

"Lettere dal carcere" è una raccolta postuma della corrispondenza intrattenuta da Antonio Gramsci coi propri familiari e amici durante il periodo della sua lunga detenzione nelle carceri italiane, deliberata dalla dittatura instaurata da Benito Mussolini.Antonio Gramsci (Ales, 22 gennaio 1891 – Roma, 27 aprile 1937), è stato un politico, filosofo, politologo, giornalista, linguista e critico le...

Favole di Libertà

Favole di Libertà di

Uno dei libri più belli dei classici italiani è "Favole di Libertà” scritto da Antonio Gramsci. Un libro che fa parte della grande famiglia di quei classici della letteratura italiana apprezzati, studiati e discussi nel nostro tempo. Un libro da leggere e scoprire.

Una rosa che ho piantato: Lettere ai figli

Una rosa che ho piantato: Lettere ai figli di

Quando le Lettere dal carcere apparvero per la prima volta nel 1947, in una selezione curata personalmente da Palmiro Togliatti con Felice Platone, l’emozione fu grande. Un monumento umano e letterario, è stato definito questo corpus epistolare, “entrato a far parte della coscienza degli italiani”. Sono in questo volume raccolte le lettere che Gramsci scrisse ai figli Delio e Giuliano (spesso n...

Lettere dal carcere (Emozioni senza tempo)

Lettere dal carcere (Emozioni senza tempo) di

Imprigionato durante il regime fascista, Gramsci iniziò a scrivere nel 1926. Le Lettere sono una straordinaria autobiografia indiretta che hanno come destinatari la madre, Peppina Marcias, le sorelle, Teresina e Grazietta, e il fratello Carlo che viveva a Milano. La moglie Giulia Schucht, la cognata, Tatiana, i figli, Delio e Giuliano, e l'amico Piero Sraffa. All'interno - come in tutti i volum...

Antonio Gramsci il giornalista

Antonio Gramsci il giornalista di

L’Antonio Gramsci meno conosciuto è l’Antonio Gramsci giornalista. Agli occhi dei nostri contemporanei l’intellettuale sardo passa solo come il filosofo, l’antifascista, il comunista; come l’autore che scrisse unicamente i Quaderni dal carcere. Ma la sua opera fu immensa e toccò tutti i campi: dalla critica ai politici e alla politica ai problemi sull’educazione scolastica; dalla questione gius...

I racconti dei Fratelli Grimm

I racconti dei Fratelli Grimm di

Quinto titolo della Kufferle: Antonio Gramsci, "I racconti dei Fratelli Grimm".volume che racchiude le traduzioni di alcune fiabe tratte dal celebre repertorio grimmiano che Antonio Gramsci realizzò durante la detenzione in carcere nei primi anni Trenta. Si tratta della prima pubblicazione autonoma di queste traduzioni, inizialmente escluse dall’edizione einaudiana dei Quaderni del carcere del ...