Immagini dall'Italia

Compra su Amazon

Immagini dall'Italia
Autore
Charles Dickens
Editore
Faligi Editore
Pubblicazione
20 maggio 2014
Categorie
"Immagini dall’Italia, è un resoconto del viaggio intrapreso da Dickens in Italia, insieme alla sua famiglia, tra il 1844 e il 1845. Il suo viaggio parte da Parigi, in una carrozza. Passa per Lione e per Avignone e avvicinandosi al confine con l’Italia egli rimane affascinato dalle bellissime e innevate Alpi. Prosegue il viaggio in carrozza fino a Marsiglia, dove prende una nave diretta a Genova. Una volta arrivato ne nota subito il sudiciume, il cattivo odore, le strette e squallide strade, la presenza di edicole votive un po’ ovunque, la diversità dei palazzi, dei negozi, delle case e di tutto quello che aveva visto nelle precedenti città Francesi. Durante il periodo che passa a Genova, egli soggiorna in una villa ad Albaro, un luogo abbastanza trascurato e in una zona isolata dal resto della città, per poi trasferirsi al Palazzo delle Peschiere, a cui si affezionerà particolarmente per il bellissimo panorama di cui poteva godere da entrambi i lati del palazzo.Lascia poi Genova per recarsi a Piacenza, che descrive come vecchia, decaduta e fosca, piena di povertà e di palazzi austeri e cupi, in cui regna l’erbaccia. Per arrivare a Bologna egli passa per Parma e per Modena. Nella dotta e solenne Bologna, che a Dickens pare alquanto tenebrosa, visita il cimitero, caratterizzato dalla presenza di un Cicerone che ne illustra le tombe presenti.Si reca poi a Venezia, passando per la deserta e spopolata Ferrara. La visita a Venezia, è vissuta come un sogno in cui la città è rappresentata da un cimitero in mezzo al mare in un’atmosfera molto cupa.Visita Verona, Mantova, per poi arrivare a Milano, di cui dice che è tanto bella da non sembrare nemmeno un città italiana.Ritornato a Genova, inizia la sua discesa per andare a visitare Roma, passa prima per Carrara, dove ammira le cave di marmo e poi per Pisa, di cui descrive in maniera divertente la Torre pendente, sempre circondata dai mendicanti. E per arrivare a Roma passa per Livorno e Siena.Roma, la città eterna, viene descritta per le sue innumerevoli rovine sparse un po’ ovunque, per il gran numero di mendicanti, per ciò che ne rimane del Colosseo, per il divertente carnevale con il suo gioco del “moccolo”, per gli innumerevoli monumenti e chiese presenti, per le affollate cerimonie religiose a cui partecipa durante la settimana santa, per la sfarzosità delle chiese e per le molte persone inginocchiate in esse.Si dirige poi a Napoli, città che Dickens trova particolarmente sudicia, sporca, squallida, in cui poca gente lavora effettivamente, poiché molti di loro sono ladri o mendicanti e dove c’è un gesto per esprimere qualsiasi cosa. L’unico aspetto positivo di quella città è il panorama offerto dal Vesuvio (l’unico che è sempre in “attività”) e dal Golfo. Un’altra peculiarità di Napoli che incuriosisce Dickens è il gioco del Lotto.Prima di ritornare in patria, passa ancora per Firenze; lasciando poi affettuosamente l’Italia, che, per quanto sia misera e in decadenza, possiede comunque innumerevoli bellezze.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Charles Dickens

Un canto di Natale. Testo inglese a fronte (Letteratura universale. Elsinore)

Un canto di Natale. Testo inglese a fronte (Letteratura universale. Elsinore) di

Come tutte le grandi storie, "Un canto di Natale" ci accompagna da sempre, e sempre sa ritrovare le parole per parlarci: una fiaba da raccontare ai bambini e da rileggere da grandi, una storia di paura, di morte ma anche di solidarietà umana, di fantasmi grotteschi che si sfumano e si frammentano nel sogno e nell'incubo privato, un grande ritratto di solitudine e di vecchiaia e di una città deg...

Canto di Natale (BUR EXTRA)

Canto di Natale (BUR EXTRA) di

Una grande storia sulla possibilità di cambiare il proprio destino. Una riflessione sull’equilibrio difficile fra il presente, il passato e il futuro. Una denuncia dello sfruttamento minorile e dell’analfabetismo. Ma soprattutto una favola, una delle più commoventi che siano mai state scritte.Protagonista è il vecchio e tirchio finanziere Ebenezer Scrooge — personaggio che servirà da modello pe...

Tempi difficili (Garzanti Grandi Libri)

Tempi difficili (Garzanti Grandi Libri) di

Inventore del romanzo sociale, Dickens vi ha fuso e sviluppato le due tradizioni della narrativa inglese: la tradizione picaresca di Defoe e Fielding e quella sentimentale. Tempi difficili è il romanzo in cui più compiutamente trova espressione la sua avversione all’ideologia utilitaristica, inevitabile conseguenza del processo di industrializzazione che caratterizza l’Inghilterra di quegli ann...

Grandi speranze (eNewton Classici)

Grandi speranze (eNewton Classici) di

Introduzione di Mario MartinoTraduzione di Maria Felicita MelchiorriEdizione integralePip vive in un piccolo villaggio alla foce del Tamigi, maltrattato dalla sorella, che lo alleva, e protetto da Joe, il marito. La sua infanzia di fervida e inquieta immaginazione viene sconvolta dall’irruzione di due adulti: il criminale Magwitch, che il bambino aiuta a fuggire, e la bizzarra e ricca Miss Havi...

Oliver Twist (eNewton Classici)

Oliver Twist (eNewton Classici) di

Cura e traduzione di Mario MartinoEdizione integraleIn Oliver Twist Dickens dà veste immaginativa alla sua dura infanzia di “orfano” e di operaio nella turbolenta Londra dei primi decenni del XIX secolo e la trascende in una dimensione più universale. Perciò, come dato strutturale profondo, troviamo la semplicità e la potenza della lotta dell’Innocenza contro il Male; e l’ottica infantile che s...

Tempi difficili (eNewton Classici)

Tempi difficili (eNewton Classici) di

Cura e traduzione di Mario MartinoEdizione integraleScritto intorno alla metà dell’Ottocento, Hard Times è uno dei romanzi più rappresentativi dei poderosi cambiamenti nel modo di produrre e di lavorare che vanno sotto il nome di rivoluzione industriale. Esso pone al centro di uno sfaccettato intreccio narrativo la vita di patimenti e di impotente ribellione di due operai, Stephen e Rachael, no...