La principessa ladra

Palermo, 1797. Bellissima e sensuale, ambiziosa e cinica, caparbia e disposta a tutto pur di raggiungere i suoi obbiettivi, la vicenda della duchessa Flora di Canavilla si intreccia con quella di molteplici personaggi, tutti egualmente intensi. Chi però rappresenta il cardine e il collante dell'affascinante romanzo, è l' "uomo mascherato", il bandito paladino dei diritti dei più indifesi, per il bene dei quali è disposto a qualsiasi sfida. La sua vera identità è il grande e costante enigma, mentre una fitta rete di situazioni, di delitti perpetrati per appropriarsi di beni altrui, di segregazioni e di violenze, di rapporti amorosi forti e contrastati si sussegue all'interno di una mirabile architettura narrativa sino a un finale non facilmente prevedibile.
Con la sua trascinante passionalità, la fervida penna di Luigi Natoli ci fa vivere fasti e brutture di un'epoca storica controversa, quella della dominazione borbonica, guidandoci tra luoghi classici di Palermo tutt'oggi esistenti e facilmente rivisitabili e lasciandoci il rammarico di aver raggiunto la fine di una lettura che si vorrebbe non finisse mai.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Luigi Natoli

I Beati Paoli - Versione integrale dell'opera originale

I Beati Paoli - Versione integrale dell'opera originale di

Palermo 1713. Sul palcoscenico della città antica, dei suoi vicoli oscuri e dei suoi splendori, si dipana la storia di Blasco da Castiglione e dei tanti personaggi di carattere – dal torbido Raimondo della Motta alla passionale donna Gabriella, dallo “sbirro” Matteo Lo Vecchio alla dolce e ingenua Violante, fino al misterioso Coriolano della Floresta. Sempre con la presenza invisibile e costan...

La vecchia dell'aceto

La vecchia dell'aceto di

Palermo, 1789. È il 30 aprile, e Giovanna Bonanno affronta una terribile morte sulla forca eretta sul quadrivio di piazza Villena, “affinché la sua anima si separi dal corpo e venga fatta Giustizia”. Passata alla storia come “La vecchia dell'aceto", personaggio mai completamente svelato, la sua fama fu alimentata da quelle donne maritate infelicemente che decisero di eliminare lo sposo usando i...

Il capitan Terrore

Il capitan Terrore di

Palermo, 1560. Tra l’antica città con le sue strade storiche, e le avventure corsare sul mare solcato da imponenti armate navali, si snoda l’affascinante vicenda che vede incrociare i destini di Juan de la Cerda, vicerè di Sicilia, con Ludovico Sclafani e Galvano di Valverde da una parte, e dall’altra con donna Laura Serra e la cortigiana Mariquita le quali, inizialmente ignare l'una dell'altra...

I morti tornano

I morti tornano di

Quest’opera, mai ripubblicata dopo il 1950, è ambientata nel 1800, durante l’epidemia di colera che flagella Palermo. Per tentare di sfuggire al contagio, due famiglie dai solidi principi religiosi e morali, almeno in apparenza, - quella di Giovanni e Rosalia, e quella di Andrea e Carlotta - si rifugiano a Mezzomonreale e si trovano a convivere nella stessa casa. Inevitabile fa capolino l'impre...

Viva l'Imperatore: 10 (Vento della Storia)

Viva l'Imperatore: 10 (Vento della Storia) di

Intorno a Federico II, qui colto nella sua più segreta intimità di uomo e amante, si muovono i protagonisti di una tragica ed affascinante vicenda di amore e morte.Al grido di “Viva l’Imperatore” si muovono eserciti, si stipulano alleanze, si allestisce una Crociata per liberare la Terra Santa, si fa giustizia di infami reati. L’Imperatore è Federico II, nel momento del suo massimo prestigio ma...

Mastro Bertuchello: 7 (Vento della Storia)

Mastro Bertuchello: 7 (Vento della Storia) di

Mastro Bertuchello, con la sua zimarra logora ed i libri sotto il braccio, si aggira per i vicoli di una Palermo medievale ancora splendidamente adorna dell'opulenza architettonica arabo-normanna.Ma i tempi sono cambiati e ora, in pieno XVI secolo, la Sicilia è percorsa da lotte intestine e congiure di palazzo che hanno per protagonisti le grandi casate nobiliari dell'isola, lacerate da sanguin...