La signora col cagnolino

Dmitrij Dmitri? Gurov è un bell’uomo sulla quarantina, elegante, arguto e donnaiolo.Il banchiere moscovita, come d’abitudine, trascorre le sue vacanze estive alla moda a Jalta, dove conduce una vita mondana e frivola.Un giorno, sul lungomare, vede una giovane donna con un cagnolino al seguito e se ne invaghisce. Decide che quella bella ragazza sarà la sua prossima conquista e si appresta a corteggiarla.I due fanno la conoscenza l’uno dell’altra, passeggiano molto e vengono a sapere di essere entrambi sposati, cosa che comunque non impedisce loro l’instaurarsi di una relazione appassionata.Gurov, il quale sulle prime crede che Anna Sergeevna, molto più giovane di lui, sia solo una storia fugace, si rende presto conto, dagli atteggiamenti di lei, che quella giovane donna è innamorata sul serio e ha in sé una forza esorcizzante, capace di liberarlo dalla vacuità della sua vita superficiale.Quando la donna riparte per S., la città dove abita col marito, Gurov torna a Mosca, ma è infelice e svogliato. La sua vita cittadina, una volta così allegra e brillante, fatta di carriera, soddisfazioni e famiglia, ora non lo attira più. Tutto è per lui un peso e in particolare il ricordo costante di Anna Sergeevna, che lo perseguita come un fantasma in ogni dove.Durante le feste natalizie, Gurov decide di recarsi da Anna a S., perché non è più in grado di resistere senza vederla. Vuole sapere cosa fa, chi è il marito e soprattutto se si ricorda di lui ed è felice.Un giorno, dopo aver tentato invano un incontro con Anna sotto casa di lei, Gurov decide di andare a teatro, luogo frequentato dalla donna e di presentarsi di fronte all’amata.La donna, sconvolta da quell’incontro del tutto inaspettato, ma ancora innamorata follemente di Gurov, dopo un lungo e appassionato colloquio, incerta sul possibile proseguimento di quel rapporto clandestino, promette all’uomo che riprenderanno a frequentarsi, ma lontano da S., a Mosca.Qualche tempo dopo, infatti, Anna e Gurov iniziano a incontrarsi sempre più assiduamente, ed entrambi si rendono conto di essere completamente innamorati l’uno dell’altra, soprattutto Gurov, che capisce di avere con la donna una comunione di intenti che va al di là della semplice e fugace passione, anche se entrambi non sanno come liberarsi dai vincoli che impediscono loro di vivere serenamente il loro amore.I due sono ormai inseparabili e si considerano come marito e moglie, fatti l’uno per l’altra. Ma, col passare del tempo, Anna è sempre più triste e infelice, poiché l’amore dell’uomo e della donna non può esprimersi alla luce del sole.Durante uno degli ultimi incontri con Gurov, la donna scoppia in lacrime e dichiara apertamente di non poter più sopportare le catene che la tengono prigioniera di un amore impossibile.Solo la sorte, dunque, potrà decretare il finale della storia di questi due amanti russi infelici.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Anton Pavlovi? ?echov

Teatro (Garzanti Grandi Libri)

Teatro (Garzanti Grandi Libri) di

Autore che sfugge alle etichette, ferocemente introverso, acuto osservatore del decadimento morale e intellettuale della società russa, ?echov anticipa caratteri e temi del moderno teatro novecentesco. L’attitudine rassegnata e dolente di fronte a un ineluttabile sempre sottinteso, l’attenzione talvolta morbosa per il dettaglio psicologico aberrante e rivelatore, la capillare ricostruzione di a...

I capolavori (I racconti) (Garzanti Grandi Libri - I capolavori)

I capolavori (I racconti) (Garzanti Grandi Libri - I capolavori) di

?echov oggi: una modernità che mozza il fiato. A più di cent'anni dalla morte è vivo, vivissimo, gode di ottima salute. I suoi racconti ci coinvolgono, ci fanno pensare e reagire come fossero scritti soltanto ieri, anche se sono cambiati abiti, ambienti, consuetudini. La raccolta comprende, tra gli altri, i racconti: La steppa, Una storia noiosa, Il duello, La corsia n.6, Il monaco nero, La cas...