La Cortigiana

La Cortigiana

Pietro Aretino, Poeta, scrittore e drammaturgo italiano (1492-1556)



Questo libro elettronico presenta «La Cortigiana», di Pietro Aretino.



Indice interattivo:

-01- A proposito di questo libro

-02- PERSONAGGI

-03- PROLOGO

-04- ATTO PRIMO. LA CORTIGIANA

-05- ATTO SECONDO. LA CORTIGIANA

-06- ATTO TERZO. LA CORTIGIANA

-07- ATTO QUARTO. LA CORTIGIANA

-08- ATTO QUINTO. LA CORTIGIANA

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Pietro Aretino

SONETTI LUSSURIOSI

SONETTI LUSSURIOSI di

Il testo è redatto con caratteri che non affaticano la vista.Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano. Fu chiamato Il Divino Pietro Aretino. Vi sarà una ragione.

ORLANDINO

ORLANDINO di

Il testo è edito con caratteri che non affaticano la vista.Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano. Fu chiamato Il Divino Pietro Aretino. Ci sarà un motivo.

LA TALANTA

LA TALANTA di

IIl testo è edito con caratteri che non affaticano la vista.Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano. Fu chiamato Il Divino Pietro Aretino, ci sarà un motivo.

LA CORTIGIANA

LA CORTIGIANA di

Il testo è edito con un carattere che non affatica la vista.Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano. Fu chiamato Il Divino Pietro Aretino. Ci sarà un motivo.

DUBBI AMOROSI

DUBBI AMOROSI di

Il testo è edito con caratteri che non affaticano la vista.Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano.

ASTOLFEIDA

ASTOLFEIDA di

Il testo è edito con caratteri che non affaticano la vista.Pietro Aretino (Arezzo, 20 aprile 1492 – Venezia, 21 ottobre 1556) è stato un poeta, scrittore e drammaturgo italiano. Fu chiamato Il Divino Pietro Aretino, ci sarà una ragione.