Suite francese (Garzanti Grandi Libri)

Compra su Amazon

Suite francese (Garzanti Grandi Libri)
Autore
Irène Némirovsky
Editore
Garzanti Classici
Pubblicazione
2 gennaio 2014
Valutazione
(1)
Categorie
DAL CAPOLAVORO DI IRÈNE NÉMIROVSKY IL NUOVO GRANDE FILM CON MICHELLE WILLIAMS E KRISTIN SCOTT THOMAS, nei cinema a marzo 2015.

UNA GRANDE STORIA D’AMORE NELLA FRANCIA OCCUPATA

Suite francese, pubblicato postumo nel 2004, è l’ultimo romanzo di Irène Némirovsky. Scritto agli albori del secondo conflitto mondiale a Issy-l’Évêque, in Borgogna, è un affresco spietato, composto quasi in diretta, della disfatta francese e dell’occupazione tedesca, in cui le tragedie della Storia si intrecciano alla vita quotidiana e ai destini individuali. È un caleidoscopio di comportamenti condizionati dalle aberrazioni della guerra, dalla paura, dal sordido egoismo, dalla viltà, dall’indifferenza, dagli istinti di sopravvivenza e di sopraffazione, dall’ordinaria crudeltà, dall’ansia di amore.
È il racconto della passione, ambigua e tormentata, che nasce tra una giovane donna il cui marito è disperso al fronte e un ufficiale tedesco. Con lucida indignazione ma anche con pietà, Némirovsky mette a nudo le dinamiche profonde dell’esistenza umana di fronte alle prove estreme e scrive un insperato capolavoro della letteratura del Novecento.

Irène Némirovsky nasce nel 1903 a Kiev, in una famiglia dell’alta borghesia ebraica. Emigrata a Parigi nel 1919, frequenta la Sorbona e si appassiona alla lettura di Huysmans, Wilde e Proust. Ai primi racconti segue, nel 1929, il romanzo dell’affermazione, David Golder. Dopo l’invasione tedesca della Francia viene arrestata e deportata ad Auschwitz, dove muore nell’agosto 1942 in poco più di un mese di prigionia.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

RECENSIONE: Suite Française | di Irene NémirovskyIl Libro Sul Comò di Meg - Blog

Il romanzo, o meglio ciò che ci è arrivato, è la perfetta stesura di un romanzo popolare, che incornicia in modo elegante e senza fronzoli le storie e le vicende di diversi e folti personaggi intersecati fra loro durante lo scorrere delle pagine. Lo stile di Irene è diretto, sicuro e passionale: avvertiamo le inquietudini e le paure scatenate dallo scoppio di una nuova guerra, il risvegliarsi dei vecchi rancori e dell’odio razziale, i sospetti e le emozioni contrastanti che si vivevano quando bisognava lasciare tutto, ogni cosa, e fuggire via. Nessun personaggio è lasciato a sè stesso, l’autrice dedica ad ogni singolo protagonista – poichè ciascuno di loro lo è – una parte, dei capitoli, dei pensieri. Dalle sofferenze generate per l’apprensione per i figli al fronte, per la perdita della casa, per dover abbandonare le foto, i ricordi, qualsiasi cosa che ci tiene legati alla vita terrena, il ricco banchiere e il giovane prete, la grande cocotte e la contadina innamorata, lo scrittore vanesio e il ragazzo che vuole andare al fronte e scopre invece le gioie della carne fra le braccia generose di una donna di facili costumi – Irène Némirovsky posa uno sguardo che è insieme lucidissimo e visionario, mostrandoci uno spettro variegato di possibilità dell’uomo: il cinismo, la meschinità, la vigliaccheria, l’arroganza e la vanità, ma anche l’eroismo, l’amore e la pietà. E’ proprio per questo che Suite Francese incarna alla perfezione il romanzo del Novecento, ove la contemporaneità degli eventi ci viene sbattuta in faccia senza troppe pretese, come grido e richiamo forte agli orrori che si vissero durante i due conflitti mondiali ed all’inevitabile cambiamento sociale che si stava attuando. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di Irène Némirovsky

Jezabel (Emozioni senza tempo)

Jezabel (Emozioni senza tempo) di

Gladys Eysenach è accusata dell'omicidio del suo amante. Il pubblico che assiste al processo è curioso di conoscere ogni dettaglio di una delle vicende più sordide che il bel mondo parigino abbia visto da anni. Gladys confessa e chiede per sé una pena esemplare evocando il personaggio biblico di Jezabel. Una tragica ma affascinante vicenda che catapulterà il lettore nel mondo sfavillante degli ...

Il ballo (Emozioni senza tempo)

Il ballo (Emozioni senza tempo) di

Antoinette Kampf ha quattordici anni e vive con i suoi genitori in un lussuoso appartamento di Parigi. Non è più una bambina, ma non è ancora un'adolescente. Il padre ha dovuto lavorare sodo per accumulare una fortuna. Antoniette ha un rapporto difficile con la madre, Rosine, che insieme al marito vuole farsi accettare dall'alta società parigina. Decidono dunque di organizzare un grande ballo ...

Come le mosche d autunno (Emozioni senza tempo)

Come le mosche d autunno (Emozioni senza tempo) di

Tat'jana Ivanovna è la sola che ricorda nel piccolo appartamento buio che hanno preso in affitto. Vede i Karin, lei che è stata testimone del loro splendore, che ha visto crescere, che ha curato e amato per due generazioni con fedeltà inesausta, girare in tondo, dalla mattina alla sera, come fanno le mosche in autunno.

David Golder (Emozioni senza tempo)

David Golder (Emozioni senza tempo) di

Irène Némirovsky narra le vicende del ricchissimo banchiere ebreo che dopo essere caduto in rovina e abbandonato da tutti, si lancia in nuova avventura. Il mondo frivolo, scintillante e fasullo dei nuovi ricchi, il loro patetico snobismo, assomiglia al mondo dei nuovi ricchi di oggi. Tutto diverso, ma sempre tutto tragicamente uguale.

Suite francese (Emozioni senza tempo)

Suite francese (Emozioni senza tempo) di

Un vero evento letterario è stato in Francia l’uscita di Suite Francese, a sessant’anni di distanza da quando fu scritto nel 1942. Il libro racchiude i primi due movimenti dei cinque che aveva ipotizzato l’autrice: Tempesta di giugno e Dolce. Scritti poco prima che venisse arrestata e deportata ad Auschwitz la “sinfonia” avrebbe dovuto raccontare, quasi in tempo reale, il destino della Francia ...

I doni della vita (eNewton Classici)

I doni della vita (eNewton Classici) di

Introduzione di Maria NadottiTraduzione di Marisa FerrariniEdizione integrale«Erano insieme: erano felici. La famiglia vigile s’intrometteva tra loro e li separava con implacabile dolcezza, ma il ragazzo e la ragazza sapevano di essere vicini; il resto non contava. Era una sera d’autunno, sulle rive della Manica, all’inizio del secolo. Pierre e Agnès, i loro genitori e la fidanzata di Pierre as...