Il Mercante di Venezia (Universale economica. I classici)

Nel Mercante di Venezia il mondo sembra nettamente distinto in buoni e malvagi, cristiani ed ebrei, innocenti e colpevoli: ma così non è. Di fatto noi lasciamo il teatro con il senso che tutti i personaggi, in quest'opera composta tra il 1596 e il 1598, partecipino di un medesimo destino, che il peccato non sia solo dell'ebreo, ma anche del cristiano, che la finale solitudine e il dolore di Shylock siano anche quelli del suo antagonista Antonio; che il regno della bellezza e della favola rappresentato da Belmonte sia, come il giardino dell'Eden fatalmente incrinato dalla dura realtà di una Venezia che è metafora dello stato moderno. L'immagine finale che il Mercante di Venezia comunica è quella dell'umana fragilità e precarietà - non per Antonio soltanto, o per Shylock, si dovrà invocare la "misericordia", esaltata da Porzia in un grande discorso, ma per chi, come loro. e noi, è chiuso nell'argilla della condizione umana.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

La libbra ingannatriceIl Consigliere Letterario

Costruita intorno alla figura dell’ebreo Shylock, che, al principio del terzo atto, appare in tutta la sua forza (e insieme nella sua essenziale debolezza, nella sua spaventosa fragilità) nel suo fiammeggiante monologo, Il mercante di Venezia è un cupo dramma travestito da bizzarra storia d’amore. Continua…

Piace a 0 persone

Registrati o Accedi per rispondere.

Altri libri di William Shakespeare

Tutto il teatro (eNewton Classici)

Tutto il teatro (eNewton Classici) di

Introduzione di Tommaso PisantiEdizioni integrali«Non appartenne a un’epoca, ma a tutti i tempi», disse di Shakespeare Ben Jonson. William Shakespeare è considerato infatti da sempre il più grande autore teatrale mai esistito. La straordinaria energia creativa e la vastità della sua produzione suscitarono nei romantici l’immagine di una «forza immane della natura», di un «genio universale». Ogg...

Le grandi tragedie (eNewton Classici)

Le grandi tragedie (eNewton Classici) di

Riccardo III • Romeo e Giulietta • Giulio Cesare • Macbeth • Amleto • Re Lear • Otello • Antonio e CleopatraIntroduzione di Tommaso PisantiEdizioni integraliLe malinconie e la follia (con metodo) del principe danese Amleto; l’amore contrastato e negato di Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti; l’ambizione sfrenata delle figlie di Lear; la brama di potere di Lady Macbeth che non si arresta davant...

Breviario d'amore (pillole BUR)

Breviario d'amore (pillole BUR) di

Leggere Shakespeare è un po’ come leggere in noi stessi, poiché nessun poeta meglio di lui ha saputo dar voce alle passioni umane. E tra queste è certo l’amore quella che ognuno di noi, almeno una volta nel corso della propria esistenza, ha vissuto.In questa breve antologia, il Bardo con le parole delle sue indimenticabili creazioni ci guida attraverso le stagioni, le ore, le delizie, i...

Macbeth (eNewton Classici)

Macbeth (eNewton Classici) di

Cura e traduzione di Guido BullaEdizione integrale con testo inglese a fronteTragedia dell’ambizione e del potere, questo capolavoro shakespeariano, tra gli esiti più alti della letteratura drammatica di tutti i tempi, narra di una torbida e violenta ambizione che trasforma Macbeth, uomo di doti eccezionali, in un autentico criminale; di forze oscure e incontrollabili, da cui ci lasciamo domina...

La tempesta (eNewton Classici)

La tempesta (eNewton Classici) di

Cura e traduzione di Guido BullaEdizione integrale con testo inglese a fronteVero archetipo della cultura moderna, La tempesta, forse l’ultima opera scritta per intero da Shakespeare, è uno scrigno di significati. Grazie alla sua consuetudine con le pratiche di magia, Prospero, duca di Milano esiliato su un’isola deserta insieme alla candida figlia Miranda, riesce a vendicarsi dell’usurpatore, ...

La bisbetica domata (eNewton Classici)

La bisbetica domata (eNewton Classici) di

Cura e traduzione di Guido BullaEdizione integrale con testo inglese a fronteCommedia dalla datazione problematica (1593, 1590-91 o 1588?), La bisbetica domata è una festa di trame incrociate, scambi d’identità, manipolazioni linguistiche. In una Padova reinventata, ci viene descritta la vigorosa conquista dell’indomita Caterina da parte del caparbio veronese Petruccio. Non tutti sanno però che...