Novelle per un anno

Viene riproposto l’intero corpus delle novelle pirandelliane. La loro composizione si può dire che occupi tutto l’arco dell’esistenza dell’autore: dal 1894 al 1936. Nel ’22 Pirandello decide di intraprendere un complesso lavoro di sistemazione del materiale già pubblicato e di arrivare a un totale di 365 novelle. Una per ogni giorno dell’anno; da qui l’emblematico titolo: Novelle per un anno. L’obiettivo, a causa dei tanti impegni, non viene però centrato; lo scrittore agrigentino si ferma infatti a quota 256 (15 vengono aggiunte postume). Nell’insieme dell’opera si ritrovano alcuni temi già presenti nei testi teatrali e nei romanzi: l’amore, la guerra, la malattia, la nevrosi, la pazzia e l’assurdità della vita. Il tutto è in genere alleggerito dall’immancabile nota umoristica e sarcastica. Sia che si tratti di un racconto più vicino al verismo (La giara, Ciaula scopre la luna) o di un racconto in cui domini il paradosso (L’illustre estinto, La patente), la cifra stilistica è data dal contrasto tra ciò che esiste e ciò che è solo apparenza. La realtà viene deformata e i personaggi trasformati, loro malgrado, in maschere, tipizzazioni di caratteri, tic, manie. A fare da sfondo alle storie sono gli stessi luoghi frequentati dall’autore: primi fra tutti Agrigento e Roma. Pirandello pone infine l’accento sulla questione sociale. La quotidianità, con tutte le sue problematiche, è come un enorme caos nel quale risulta difficile orientarsi senza l’aiuto del prossimo.


Luigi Pirandello nasce ad Agrigento il 28 giugno 1867. Considerato, a ragione, come uno dei più grandi drammaturghi del XX secolo è autore prolifico, caratterizzato da un umorismo pungente e grottesco. Sei personaggi in cerca d’autore e Il fu Mattia Pascal, solo per citarne due tra le più famose, rimangono esempi di opere senza tempo. Il suo nome resta indissolubilmente legato al teatro, ma egli fu autore anche di sette romanzi e numerose novelle, nonché di componimenti poetici. Nel 1934 viene insignito del premio Nobel per la letteratura. Muore a Roma il 10 dicembre 1936.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Luigi Pirandello

DONNA MIMMA LA GIARA: I PICCOLI BLU 21

DONNA MIMMA LA GIARA: I PICCOLI BLU 21 di

I piccoli blu: una collana di testi che racchiude la grande tradizione italiana. In formato tascabile il genio di una nazione, prima nel mondo in quasi ogni campo.

LA VITA NUDA: NARRATIVA ITALIANA 70

LA VITA NUDA: NARRATIVA ITALIANA 70 di

Uno dei migliori racconti di Luigi Pirandello, il genio siciliano.

RACCONTI 9: NARRATIVA ITALIANA 33

RACCONTI 9: NARRATIVA ITALIANA 33 di

TU RIDI//UN PO' DI VINO//LA LIBERAZIONE DEL RE//I DUE COMPARI//DAL NASO AL CIELO//FUGA//CERTI OBBLIGHI//CIÀULA SCOPRE LA LUNA//CHI LA PAGA//BENEDIZIONE//MALE DI LUNA//IL FIGLIO CAMBIATO//LO STORNO E L'ANGELO CENTUNO//«SUPERIOR STABAT LUPUS»//NEL DUBBIO//LA CORONA//JERI E OGGI//NEL GORGO

RACCONTI 10: NARRATIVA ITALIANA 34

RACCONTI 10: NARRATIVA ITALIANA 34 di

MUSICA VECCHIA//DONNA MIMMA//L'ABITO NUOVO//IL CAPRETTO NERO//SEDILE SOTTO UN VECCHIO CIPRESSO//IL GATTO, UN CARDELLINO E LE STELLE//LA VENDETTA DEL CANE//RONDONE E RONDINELLA//QUANDO SI COMPRENDE//UN CAVALLO NELLA LUNA//RESTI MORTALI//PAURA D'ESSER FELICE//VISITARE GL'INFERMI//I PENSIONATI DELLA MEMORIA

O DI UNO O DI NESSUNO: NARRATIVA ITALIANA 65

O DI UNO O DI NESSUNO: NARRATIVA ITALIANA 65 di

I migliori racconti di Luigi Pirandello. Personaggi strani, indimenticabili, senza tempo.

TUTTO PER BENE: NARRATIVA ITALIANA 66

TUTTO PER BENE: NARRATIVA ITALIANA 66 di

I migliori racconti di Luigi Pirandello. Personaggi strani, indimenticabili, senza tempo.