Donna Guidinha del Pozzo (I Classici della Letteratura Brasiliana Vol. 1)

Ambientato nei sertões del Ceará, il romanzo «Donna Guidinha del Pozzo», scritto nel 1890 da Manuel de Oliveira Paiva, è stato ispirato all’autore da un fatto di cronaca: l’assassinio del colonnello Domingos Victor de Abreu e Vasconcelos, avvenuto il 20 settembre 1853 su istigazione della moglie, la ricchissima fazendeira Maria Francisca de Paula Lessa, più nota come Marica Lessa, amante del nipote di questi. Dopo una tormentata storia editoriale, l’opera è apparsa in volume, finalmente in versione integrale, solo nel 1952, segnalandosi subito come un vero classico per la modernità del linguaggio, precorritore di quel regionalismo che negli anni Trenta del Novecento avrebbe avuto nel Nordeste interpreti del calibro di Raquel de Queirós, Lins do Rego, Jorge Amado e Graciliano Ramos.

Manuel de Oliveira Paiva (1861-92), nativo di Fortaleza, dopo gli studi compiuti prima in seminario a Crato eppoi nell’Escola Militar di Rio de Janeiro, tornò a stabilirsi nella città natale, dove si segnalò tra i pubblicisti più attivi nella causa abolizionista e repubblicana, e nel 1886 fu tra i fondatori e i principali promotori del Clube Literário. Nell’89, con l’avvento della repubblica, fu nominato Segretario di Governo del Ceará. Malato di tisi, morì appena trentunenne, lasciando due romanzi (l’altro è «A afilhada», 1889), una ventina di racconti, due opuscoli in versi e un dramma in tre atti.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo