Al Polo Nord

Due cacciatori di lontre, l’ebridano Mac-Doil e il danese Sandoé, drogati e sequestrati da misteriosi figuri durante una battuta di caccia su un’isola deserta della Siberia, vengono forzatamente imbarcati su un meraviglioso e inaffondabile sottomarino, il Taimyr, capace di sondare tutti gli oceani del mondo a incredibili profondità. Il portentoso battello è diretto nientemeno che al Polo Nord, fino ad allora mai raggiunto da nessun esploratore. Nikirka, il fantomatico ingegnere che lo dirige, è alla ricerca di alcune navi andate perdute durante una sfortunata missione polare, per poi dirigersi a calpestare le coste della temibile terra dei ghiacci. Immergendosi fino a mille metri di profondità, sotto maestosi icebergs pesanti migliaia di tonnellate, tra mirabolanti creature subacque e temibili predatori in superficie, nell’incantata osservazione della bianca natura selvaggia del Polo l’ardimentoso equipaggio riesce a compiere l’inedita impresa, ma proprio quando la missione sembra giunta al termine, ecco scaturire la tragedia. Tutti gli uomini, tranne i due cacciatori, perdono la vita. I sopravvissuti, in balia dei ghiacci perenni, resistono aspramente per giorni ma, alla fine, Mac-Doil deve lasciar perire l’amico. Dopo aver sfiorato lui stesso la morte, l’ebridano è il solo a trarsi miracolosamente in salvo e a portare in Europa la notizia della conquista del Polo Nord.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Emilio Salgari

Le novelle marinaresche di mastro Catrame

Le novelle marinaresche di mastro Catrame di

Non avete udito mai parlare di mastro Catrame? No?...Allora vi dirò quanto so di questo marinaio d'antico stampo, che godette molta popolarità nella nostra marina: ma non troppe cose, poiché, quantunque lo abbia veduto coi miei occhi, abbia navigato molto tempo in sua compagnia e vuotato insieme con lui non poche bottiglie di quel vecchio e autentico Cipro che egli amava tanto, non ho mai saput...

Le meraviglie del Duemila

Le meraviglie del Duemila di

Il piccolo battello a vapore che fa il servizio postale una volta alla settimana, fra Nuova York, la più popolosa città degli Stati Uniti d'America settentrionale, e la piccola borgata dell'isola Nantucket, quella mattina era entrato nel piccolo porto con un solo passeggero. Accadeva spesso, durante l'autunno, terminata la stagione balneare, che rarissime persone approdassero a quell'isola, abi...

La bohême italiana. Una vendetta malese

La bohême italiana. Una vendetta malese di

Mi avevano scritto:«Andiamo in campagna a fondare una colonia artistica».Potete immaginarvi se io mi ero affrettato a preparare le mie valigie!La campagna era stata sempre il mio sogno. Le mie occupazioni, disgraziatamente, mi avevano sempre impedito di realizzarlo, o meglio non avevo mai trovato i mezzi sufficienti per permettermi questo lusso.Avevo più volte provato a cercarmi un posticino su...

Il re del mare

Il re del mare di

– Dunque, si va avanti sì o no? Corpo di Giove! È impossibile che noi siamo caduti come tanti stupidi su un banco.– È impossibile avanzare, signor Yanez.– Che cos'è dunque che ci ha fermati?– Non lo sappiamo ancora.– Per Giove! Era ubriaco il pilota? Bella fama che si acquistano i malesi! Ed io che li avevo creduti, fino a stamane, i migliori marinai dei due mondi!– Sambigliong, fa' spiegare de...

Il vampiro della foresta

Il vampiro della foresta di

Le foreste dell'America meridionale, sotto certi aspetti, sono ben più pericolose di quelle africane, quantunque anche queste siano popolate da un gran numero di fiere, avide specialmente di carne umana.L'uomo che le percorre, ad ogni istante si trova in procinto di lasciarvi la vita, perché non le sole belve lo insidiano, ma ben anche certi volatili pericolosissimi; perfino anche certe piante ...

Il figlio del Corsaro Rosso

Il figlio del Corsaro Rosso di

– Il signor conte de Miranda!Quel nome, gridato forte da un servo gallonato con la pelle nera come il carbone, vestito di seta azzurra a larghi fiori gialli, aveva prodotto una profonda impressione fra i moltissimi invitati che ingombravano le sfarzose sale della marchesa di Montelimar, la bellissima signora, celebrata da tutti gli avventurieri e da tutti gli ufficiali di terra e di mare di San...