Reparto numero 6

Compra su Amazon

Reparto numero 6
Autore
Anton Cechov
Editore
Gingko Edizioni
Pubblicazione
17 giugno 2013
Categorie
Aspra invettiva e critica sociale, allegoria sulla vita e la morte, Reparto numero 6 è uno dei più famosi racconti di Cechov. È un resoconto delle condizioni manicomiali in un piccolo padiglione psichiatrico di un ospedale civile della Russia zarista, dove sono internate e rinchiuse cinque persone trattate come bestie. Cechov scrisse il racconto nel 1892, poco dopo il suo ritorno da Sachalin (isola russa dove vi era una colonia penale, della quale scrisse un libro-inchiesta, "L’isola di Sachalin",(1895), sulle disumane condizioni di vita dei forzati). Dichiarò: "Sachalin è un posto delle sofferenze insopportabili. Noi abbiamo fatto marcire nelle carceri milioni di persone invano, senza ragionare, barbaramente. Abbiamo moltiplicato delinquenti e abbiamo addossato tutta la responsabilità sul sistema dell’internamento e sulla guardia carceraria. Il sistema e la guardia carceraria non sono colpevoli, siamo tutti colpevoli".

Reparto numero 6 è una denuncia contro l’ignoranza e l’oscurantismo, è un inno in favore del progresso, delle potenzialità della scienza, e della medicina, contro l’esaltazione parossistica della natura e dell’ascetismo religioso.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Anton Cechov

La signora col cagnolino (Introvabili)

La signora col cagnolino (Introvabili) di

Un lieve mistero aleggia in queste pagine di Cechov. È il mistero di sentimenti improvvisi contraddittori incontrollabili. Non si sa come e quando nascano: forse da quel mare di noia che spesso circonda minaccioso i suoi personaggi o forse solo dall’ironia dell’autore o forse ancora dai cuori irrequieti e imprevedibili che popolano quest’affascinante Russia pre-rivoluzionaria con i suoi sa...

Tre racconti (Sírin Classica)

Tre racconti (Sírin Classica) di

La descrizione suggestiva della natura russa, con il fascino e l'impenetrabilità che la contraddistinguono, fa da sfondo alle vicende narrate in questi tre racconti: "Sogni", "Agaf'ja" e "Notte di Pasqua".

Il primo amore e altri racconti inediti

Il primo amore e altri racconti inediti di

Con i suoi personaggi radicalmente soli e perennemente sotto scacco Anton Cechov (1860-1904) ha raccontato in modo profetico la crisi esistenziale della modernità. La fama universale dei suoi racconti è basata sulla monumentale edizione di Adol’f Marks, a cui il maestro russo iniziò a dedicarsi nel 1899, all’apice del suo successo. Nella febbrile attività di riscrittura, tuttavia, Cechov cambiò...

La corsia n° 6

La corsia n° 6 di

Andrej Efimjc è il medico di uno squallido ospedale di provincia, dove i malati sono trattati come bestie. Nella corsia n° 6 sono ricoverati cinque matti, e, in particolare, Ivan Dmitric, un filosofo afflitto da mania di persecuzione, che crede nell'immortalità. Andrej Efimjc viene assalito da una profonda crisi spirituale e prende a frequentare sempre più assiduamente il malato della corsia n°...

Racconti umoristici (Introvabili)

Racconti umoristici (Introvabili) di

Da questi racconti si potrebbe quasi trarre un prontuario di situazioni procedimenti tecniche del comico: l’equivoco il calembour lo scandalo la parodia la gag clownesca la caricatura ecc. ecc. Muovendo dall’aneddoto Cechov lo costella di altrettante situazioni dinamizza il racconto breve e lo sospinge a volte fino alla soglia del grottesco. L’attenzione sempre fissa sull’«infinitesim...

Racconti (BUR RADICI)

Racconti (BUR RADICI) di

Voi mi rimproverate l’obiettività, chiamandola indifferenza verso il bene e il male, mancanza di ideali. Vorreste che quando dipingo i ladri di cavalli dicessi: è male rubare i cavalli! Ma questo è affare dei giudici, il mio lavoro consiste nello spiegare che cosa essi sono… Maestro del racconto breve, amato e imitato da moltissima letteratura del Novecento, Èechov ha affascinato generazioni d...