Le spectre d'Olivier

Compra su Amazon

Le spectre d'Olivier
Autore
Charles Nodier
Editore
Faligi Editore
Pubblicazione
2 aprile 2013
Categorie
Olivier Prévillars et Baudouin Vertolon, nés tous deux dans la ville de Caen, se lièrent dès l’enfance de la plus étroite amitié. Ils étaient à-peu-près du même âge, leurs parens étaient voisins; tout concourut à rendre durable l’amitié qu’ils avaient l’un pour l’autre.Un jour, dans une exaltation de sentiment assez ordinaire à la première jeunesse, ils se promirent de ne jamais s’oublier, et jurèrent même que celui qui mourrait le premier, viendrait à l’instant trouver l’autre pour ne plus le quitter. Ils écrivirent et signèrent ce serment de leur propre sang..

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Charles Nodier

Bibliografia dei folli (Note azzurre)

Bibliografia dei folli (Note azzurre) di

Ci sono generi letterari all’apparenza freddi che possono risvegliare nel lettore un piacere del testo assimilabile a quello di un romanzo, di una narrazione ricca di personaggi, trame, aneddoti e divagazioni. Questo è quello che succede a chi apre la Bibliografia dei folli di Charles Nodier (1780-1844), scrittore romantico importante sebbene non proprio conosciutissimo, che in questo veloce te...

Il bibliomane: L'amante dei libri

Il bibliomane: L'amante dei libri di

Scritto intorno al 1830 da Charles Nodier (considerato da Calvino il capostipite della famiglia dei grandi scrittori-bibliotecari), Il bibliomane racconta la giornata di un bibliofilo tranquillo, in una Parigi assolata che ancora porta i segni dei drammi della rivoluzione di luglio. È l’ultima passeggiata di Monsieur Théodore, compiuta tra librai antiquari, editori e case d’aste, un cammino che...

Lo spettro di Olivier

Lo spettro di Olivier di

Olivier Prévillars e Baudouin Vertolon, nati entrambi nella città di Caen, erano legati già dall’infanzia da una strettissima amicizia. Avevano pressappoco la stessa età e i loro genitori erano vicini di casa; tutto, dunque, concorse a rendere forte l’amicizia che li univa l'uno all'altro.Un giorno, in uno slancio di entusiasmo piuttosto ordinario nella prima giovinezza, si promisero di non dim...