Don Chisciotte illustrato da Gustave Doré (I Grandi Classici Illustrati della Letteratura Vol. 4)

Compra su Amazon

Don Chisciotte illustrato da Gustave Doré (I Grandi Classici Illustrati della Letteratura Vol. 4)
Autore
Miguel De Cervantes
Editore
Edimedia
Pubblicazione
29 marzo 2013
Categorie
- EDIZIONE ILLUSTRATA CON OLTRE 350 SPLENDIDE TAVOLE DI GUSTAVE DORÉ

- Edizione integrale



Il don Chisciotte è una delle più riuscite opere letterarie di tutti i tempi, un capolavoro assoluto che segna la nascita del moderno romanzo europeo.Vi si trovano bizzarramente mescolati elementi che provengono dal genere picaresco e da quello epico-cavalleresco, e si configura come una sorta di iniziazione ironica e disincantata alla crudeltà e assurdità del mondo. Ci troviamo dunque di fronte a una sorta di atipico romanzo di formazione: trasportato dalla propria generosa immaginazione, e da un'ostinazione visionaria, don Chisciotte (e con lui i lettori) saranno trasportati in un mondo trasfigurato da ogni sosta di fraintendimento. Sarà così indotto a scambiare dei mulini a vento per feroci giganti dalle braccia rotanti; dei burattini per malvagi demoni; greggi di pecore per terribili eserciti nemici.

Un campionario di eroi strampalati, visionari, ma ricchi di una straordinaria umanità, di una generosa quanto ingenua volontà di "mettere una pezza al mondo": un eroe tragicomico che attraversa indenne epoche e generazioni e si propone "nudo" a tutti noi.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Miguel de Cervantes

Don Chisciotte della Mancia (i grandi romanzi BUR)

Don Chisciotte della Mancia (i grandi romanzi BUR) di

Qui vivono maestro Nicola, barbiere, e Pietro Pérez, curato, don Chisciotte e Sancio Panza, Ronzinante e Dulcinea del Toboso, il baccelliere Sansone Carrasco e Ginesio di Passamonte, l’arguta Dorotea e don Fernando, qui c’è la grotta di Montesinos e c’è Cervantes fra mille avventure e luoghi fantastici, poi ci sei tu, lettore, primo personaggio del libro, tu che in queste terre di pagine e paro...

Don Chisciotte della Mancia. Volume I

Don Chisciotte della Mancia. Volume I di

Don Chisciotte della Mancia (titolo originale in lingua spagnola: El ingenioso hidalgo don Quixote de la Mancha) è la più importante opera letteraria dello scrittore spagnolo Miguel de Cervantes Saavedra e una delle più rappresentative della letteratura mondiale. Vi si incontrano, bizzarramente mescolati, tanto elementi del genere picaresco quanto elementi del romanzo epico-cavalleresco à la Ti...

Don Chisciotte

Don Chisciotte di

Frutto del disinganno e dell'abisso che l'epoca ha scavato fra realtà quotidiana e grandezza imperiale, il Don Chisciotte è unanimemente annoverato tra i classici della cultura occidentale. Nata dalla fantasia di Miguel de Cervantes, mentre era rinchiuso nel carcere di Siviglia, la storia del cavaliere errante e del suo fido scudiero Sancho Panza, che si svolge durante il regno di Filippo III d...

Don Chisciotte della Mancia (Grandi classici)

Don Chisciotte della Mancia (Grandi classici) di

Una coppia sgangherata e in cerca di assurde e comiche avventure, in cui il sogno utopico del “cavaliere” s’accompagna alla più cruda realtà dello scudiero: il don Chisciotte racconta, difatti, il tramonto d’un epoca - il secolo d’oro - imbastita di vecchi e ingialliti ideali, nonché l’inadeguatezza della nobiltà nel far fronte al nuovo che sorge tra le ceneri d’un tempo andato. Col capolavoro ...

Don Chisciotte della Mancha

Don Chisciotte della Mancha di

Pubblicato in due volumi a distanza di dieci anni l'uno dall'altro (1605 e 1615), il Don Quijote è l'opera letteraria principale del Siglo de Oro ed è il più celebrato romanzo della letteratura spagnola.

Don Chisciotte de la Mancia

Don Chisciotte de la Mancia di

“Questa che chiamiamo fortuna, è una donna ubriaca e capricciosa, ma soprattutto cieca, e così non vede ciò che fa, né sa chi getta nella polvere né chi invece porta sugli altari. "Ritirarsi non è scappare, e restare non è un'azione saggia, quando c'è più ragione di temere che di sperare. Non c'è saggezza nell'attesa quando il pericolo è più grande della speranza ed è compito del saggio conserv...