Decameron illustrato da R. de Hoog (illustrato) (I Grandi Classici Illustrati della Letteratura Vol. 2)

Compra su Amazon

Decameron illustrato da R. de Hoog (illustrato) (I Grandi Classici Illustrati della Letteratura Vol. 2)
Autore
Giovanni Boccaccio
Editore
Edimedia
Pubblicazione
27 marzo 2013
Categorie
- EDIZIONE ILLUSTRATA CON 114 SPLENDIDE TAVOLE DI HOOG

- Invito alla lettura
- Scheda critica
- Edizione integrale

L'opera è costruita attorno a cento novelle, che Boccaccio immagina vengano raccontate da dieci giovani in dieci giorni. Il contesto è quello della peste del 1348: sette fanciulle e tre giovani si incontrano nella chiesa di Santa Maria Novella, a Firenze, e decidono di abbandonare la città dilaniata dalla peste per ritirarsi al sicuro nella più salubre campagna. Le novelle, raccontate di giorno in giorno, disegnano un affresco apparentemente caotico e disordinato: una carrellata di personaggi, ambienti e situazioni diverse, che riflettono la molteplicità della vita reale del tempo, spesso chiassosa ed esuberante. A questo apparente caos fa però da contraltare la società ordinata che i dieci giovani riescono a ricreare lontano dalle atrocità della malattia e della morte, affermando un ideale di vita cortese sensibile alle lusinghe della convivialità e dell'amore. Ma se l’amore (anche nella sua declinazione più erotica e materiale) è forse il tema che la tradizione ha maggiormente privilegiato, è il "culto per l’ingegno" quello che meglio qualifica il mondo poetico del Decameron. Esso, più di ogni altro, esprime l’interesse del Boccaccio per l’uomo, per il suo modo di entrare in rapporto con la realtà, per la sua possibilità di modificarla e di rendersi protagonista attivo. L’ingegno è capacità di agire, è esperienza del mondo, è capacità di incidere sugli eventi, è "virtù" intesa in senso utilitaristico e pre-machiavellico.

Segnala o richiedi rimozione

Condividi questo libro

Recensioni e articoli

Aggiungi una recensione   Aggiungi un articolo

Altri libri di Giovanni Boccaccio

Il Filocolo

Il Filocolo di

Il Filocolo, che, secondo un'etimologia approssimativa, significa "fatica d'amore", è un romanzo in prosa, rappresentando così una svolta rispetto ai romanzi delle origini scritti in versi. La storia ha due protagonisti, Florio, figlio di un re saraceno, e Biancifiore, una schiava cristiana abbandonata da bambina. I due fanciulli crescono assieme e da grandi, in seguito alla lettura del libro d...

Elegia di Madama Fiammetta

Elegia di Madama Fiammetta di

La protagonista, che è anche voce narrante, racconta la sua vicenda sentimentale: innamoratasi al primo sguardo di Panfilo, mercante fiorentino, vive una stagione di felicità interrotta però dalla partenza dell'amante per Firenze.La promessa infranta di Panfilo di un successivo ritorno a Napoli è il primo evento di una serie di peripezie: la donna apprende dapprima che Panfilo si è sposato, ma ...

Decameron

Decameron di

« Comincia il libro chiamato Decameron cognominato prencipe Galeotto, nel quale si contengono cento novelle in dieci dì dette da sette donne e da tre giovani uomini. »(Giovanni Boccaccio, Decamerone, incipit proemiale)Il Decameron è una raccolta di cento novelle scritta da Giovanni Boccaccio nel XIV secolo, probabilmente tra il 1349 (anno successivo alla peste nera in Europa) e il 1351 (secondo...

Opere Volgari - Vol. VII

Opere Volgari - Vol. VII di

Opere Volgari - Vol. VII by Giovanni Boccaccio. This book is a reproduction of the original book published in 1829 and may have some imperfections such as marks or hand-written notes.

Il Decamerone

Il Decamerone di

Il Decamerone o Decameron è una raccolta di cento novelle scritta da Giovanni Boccaccio nel XIV secolo, probabilmente tra il 1349 (anno successivo alla peste nera in Europa) e il 1351 (secondo la tesi di Vittore Branca) o il 1353 (secondo la tesi di Giuseppe Billanovich).È considerata una delle opere più importanti della letteratura del Trecento europeo, durante il quale esercitò una vasta infl...

Elegia di Madonna Fiammetta (Maree)

Elegia di Madonna Fiammetta (Maree) di

Una lunga lettera di una innamorata fanciulla napoletana diventa il luogo nel quale Boccaccio fa vivere la storia d'amore tra Fiammetta e Panfilo e ne narra le vicende secondo uno schema classico per l'epoca di composizione (1343), rivisto e reso moderno dalla scrittura dell'autore. Fiammetta infatti non è rappresentata come oggetto d'amore, cosa che accadeva di norma nella lirica stilnovistica...